BIANCAVILLA – Tragedia sfiorata la notte scorsa lungo la Strada Statale 284, all’altezza dello spartitraffico, dove un’auto con alla guida un uomo, 84enne di Adrano, ha centrato un mezzo dei Carabinieri che era fermo in strada per un altro intervento. Due i feriti, ma ad avere la peggio è stato proprio l’ anziano.
L’auto dei militari dell’ Arma era sul posto poiché i Carabinieri stavano gestendo il traffico per via di un autoarticolato rimasto in panne mentre proseguiva in direzione Adrano. L’ 84enne, alla guida di una Fiat 127 che procedeva nella stessa direzione di marcia, si è schiantato contro il mezzo dei Carabinieri sembrerebbe  senza frenare e probabilmente non accorgendosi, oltre che dell’auto dei militari con i relativi lampeggianti accesi, del triangolo d’emergenza posizionato a distanza di sicurezza.
Un impatto violento a causa del quale l’anziano è rimasto gravemente ferito, riportando contusioni in più parti del corpo ed una profonda ferita alla mano. Per lui, soccorso da un’ambulanza del 118 e trasportato urgentemente presso ospedale Cannizzaro di Catania, i medici sembrerebbe stiano valutando l’ipotesi di un intervento chirurgico poiché, sebbene fortunatamente non in pericolo di vita, l’uomo rischierebbe la perdita della funzionalità della stessa mano. A rimanere ferito, non gravemente, anche un uomo, che si trovava in compagnia del camionista rimasto in panne, che vedendo sopraggiungere la Fiat 127 contro l’auto dei Carabinieri (per paura di poter essere investito) si è gettato al di là del guard rail tra le pietre. Per lui, trasportato in ospedale per tutti gli accertamenti del caso, solo qualche contusione ed escoriazione.
Tutti e tre i mezzi sono stati sequestrati (compresa quindi l’auto di servizio dei Carabinieri) e ad occuparsi anche dei rilievi gli stessi militari dell’Arma. Nessun altro mezzo delle Forze dell’ Ordine infatti era disponibile a recarsi sul posto (una carenza di uomini e mezzi dovuta ai tagli dello Stato). Necessario è stato anche l’intervento dei Vigili del Fuoco del distaccamento di Adrano per illuminare la zona completamente (e perennemente) al buio.

Scrivi