di Elisa Guccione

CATANIA – «Voglio che Catania ritorni agli antichi splendori». Così Enzo Bianco, sindaco di Catania e direttore artistico delle estati catanesi degli anni novanta, decide di rilanciare e promuovere l’immagine della città scommettendo sulla cultura. «Ho chiesto al Maestro Battiato di darci una mano assumendo, gratuitamente, la direzione artistica degli eventi culturali catanesi –aggiunge il sindaco etneo – l’iniziativa è dedicata a tutti i cittadini e non solo». L’amministrazione comunale dal 24 al 31 maggio  organizzerà il festival “La Natura della Mente”, che promuove incontri  tra musica, arte, spiritualità e fisica quantistica. Location dei suggestivi appuntamenti  i teatri Sangiorgi e Metropolitan e i Mercati Generali.

«La manifestazione sarà dedicata ad Ettore Majorana, fisico nucleare – spiega Franco Battiato durante la presentazione dell’evento a Palazzo degli Elefanti – e la rassegna sarà un mix tra musica, scienza e pensiero».BATTIATO2

Jack Sarfatti, il più rivoluzionario scienziato americano, inaugurerà la settimana d’incontri parlando delle sue straordinarie teorie. Nei giorni successivi si alterneranno nomi di grande prestigio come Juri Camisasca,   cantante, compositore e mistico, terrà un concerto intitolato “L’armonia nascosta”.

Franco Battiato dirigerà, il progetto Diwan, un concerto fusion tra musicisti del Mediterraneo e porterà sul palco cinque artisti mediorientali e cinque occidentali. I brani Haiku-L’ombra della luce-Aurora- Personalità Empirica-Lode all’Inviolato del musicista catanese saranno suonati in una nuova veste musicale.

Gianni Maroccolo, Max Casacci, Riccardo Sinigallia, Vittorio Cosma e Fabio Peri uniranno le loro anime di musicisti e scienziati per unire musica e astrofisica, illustrando il Cosmo mostrando le sue meraviglie su un emozionante tappeto sonoro.

Sarà proiettato, “Attraversando il Bardo”, per la prima volta, il film documentario girato dallo stesso Battiato. Chiuderà la settimana di incontri, il concerto del chitarrista sahariano Goumar Almoctar, Bombino, considerato un astro nascente della musica internazionale.

Tra gli incontri pomeridiani sarà rappresentato “Simon Mago”, liberamente tratto dal romanzo omonimo di Jean-Claude Carrière, diretto da Anna Redi, con Manuela Fiscarelli, Mario Migliucci, Anna Redi, Adriano Saleri e musiche dal vivo di Giovanni D’Ancicco. Andrea Bacchetti, giovanissimo solista genovese di elevatissima sensibilità, darà vita ad un recital pianistico. Pietrangelo Buttafuoco, giornalista, scrittore, drammaturgo ed ex libraio, insieme al musicista Mario Incudine incontreranno i catanesi  creando un interessante unione tra musica e letteratura. il concertista Carlo Guaitoli, da anni al fianco di Franco Battiato in tournée in giro per l’Italia e per il mondo, suonerà musiche di Schubert, Janacek e Chopin. Captain Nemo, ovviamente si tratta di uno pseudonimo, parlerà de “La scomparsa di Ettore Majorana: una perfetta sovrapposizione quantistica”. L’ultimo pomeriggio sarà dedicato a un altro recital pianistico con protagonista il compositore Roberto Cacciapaglia, che ha condotto una ricerca sui poteri del suono nella direzione di una musica senza confiniBATTIATO

«Il festival la Natura della Mente, è un’espressione tibetana utilizzata per ribadire che il mondo non si è creato da solo ma viene creato dalla nostra mente – sottolinea Orazio Licandro, assessore ai saperi e alla bellezza condivisa – e sarà gemellato con il con il Festival della mente organizzato dal Comune di Sarzana».

Elisa Guccione

Scrivi