Il sindaco, “Già parlato con Delrio e Rughetti. Il Tribunale amministrativo regionale di Catania è il terzo d’Italia, serve cinque province siciliane su nove, e funziona molto bene. Eliminarlo sarebbe un’ingiustizia”

CATANIA – “Ci batteremo con ogni mezzo perché il Tar di Catania non venga chiuso e sono sicuro che troverò risposta dal Governo Renzi: ho già parlato con Delrio e Rughetti e la prossima settimana li incontrerò”.  Lo ha detto il sindaco di Catania Enzo Bianco commentando l’annunciato taglio del tribunale etneo. “Non si possono non approvare i risparmi – ha detto Bianco – ma in questo caso si tratta di un colossale errore.  Il Tribunale amministrativo regionale di Catania è il terzo d’Italia dopo Roma e Napoli, serve cinque province siciliane su nove, con un carico di lavoro quasi doppio rispetto al Tar di Palermo e funziona molto bene”.

“Voglio ricordare – ha concluso il Sindaco – che la Sicilia è una grande regione, non è né il Molise né l’Umbria. E non capisco perché i Catanesi debbano pagare il fatto di vivere in una grande regione. Eliminare il Tar a Catania sarebbe un’ingiustizia. Ecco perché, se sarà il caso, daremo vita a una grande mobilitazione per contrastare quest’ipotesi così infausta”

Scrivi