Il premio Nobel per la Letteratura 2016 è stato vinto da Bob Dylan. La vittoria che non t’aspetti arriva con giusto un paio di minuti di ritardo dalla rigorosa tabella di marcia dell’Accademia di Svezia per l’annuncio ufficiale. “Per aver creato nuove espressioni poetiche all’interno della grande tradizione della canzone americana”, ha dichiarato Sara Danius, segretario dell’Accademia svedese. Dylan succede a sorpresa a Svetlana Alexievich, la scrittrice russa vincitrice nel 2015 e diventa sostanzialmente il primo cantautore a vincere il premio Nobel. Il menestrello di Duluth, Minnesota, classe 1941 ha battuto i favoriti della vigilia Don De Lillo, Philip Roth, Haruki Murakami, Adonis e lo scrittore keniano Ngugi wa Thiong’o.

Solitamente proclamato il giovedì durante la settimana degli annunci degli altri premi Nobel, quello per la Letteratura 2016 è slittato inspiegabilmente di una settimana avanti e solo ora si è compreso il perché. La candidatura di Bob Dylan era data fino a ieri dai bookmaker 16/1. Nome che era stato visto fare capolino già da un mesetto tra le puntate degli scommettitori e lì era rimasto più o meno alla stessa quota fino a ieri quando il nome di De Lillo pareva essere diventato quello più indicato per la vittoria. Secondo fonti vicine alla commissione selezionatrice, citate da The Guardian, ci sarebbero stati dei forti dissidi sul nome del vincitore già da tempo. In particolar modo, la discussione avrebbe coinvolto la candidatura di Adonis e la sua ultima opera sul tema dell’Islam politico. La stessa maretta tra gli accademici svedesi che si presentò nel 1995 quando assegnarono il Nobel ad Harold Pinter ma che originariamente doveva finire tra le mani dello scrittore turco Orhan Pamuk (che poi lo vinse l’anno successivo).

(Fonte: ilfattoquotidiano.it)


-- SCARICA IL PDF DI: Bob Dylan, un cantastorie da Nobel --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata