Dal fumetto a You Tube, passando per il Giappone: ce n’è per tutti i gusti!

di Gianluca Virgillito

Come era facilmente prevedibile la prima di Etna Comics di quest’anno è stata un vero successo. Si parte con il sindaco Enzo Bianco in testa a dare il via alla fiera. Presenti al taglio del nastro anche la figlia del Sindaco, grande appassionata di fumetti, l’assessore ai Saperi e alla Bellezza Condivisa Orazio Licandro, il consulente per il Marketing Territoriale Livio Gigliuto, il direttore di Etna Comics Antonio Mannino e l’art assistant Salvo Di Paola.

Manifestazione che, e lo sa bene il primo cittadino di Catania, porterà anche benefici importanti dal punto di vista economico: “Le 100 mila persone– ha detto Bianco – che arriveranno a Catania per Etna Comics e i concerti di Ligabue accreditano la nostra città come capitale di accoglienza, una  ricchezza che vogliamo legata al turismo e alla Cultura in tutte le sue manifestazioni anche a quelle dei fumetti che attirano giovani e meno giovani”. Fila impressionante già dalle otto del mattino (quando l’apertura era prevista per le dieci), per prendere parte al “Festival internazionale del fumetto e della cultura pop”. Trentamila metri quadri di spazio espositivo, undici mostre, presenti circa duecento espositori con qualcosa come centosessanta ospiti tra youtubers, cantanti e artisti.

Una volta entrati, sembra quasi di trovarsi in un altro universo: un’immersione totale nel mondo del fumetto, della musica, del cinema; ragazzi travestiti dai personaggi fantastici preferiti. Una fiera come sempre piena di colori, di intrattenimento, con tantissimi seminari e conferenze organizzate per arricchire la già favolosa esperienza. “Siamo qua per inaugurare la quarta edizione del Festival internazionale del fumetto – esordisce nella conferesta stampa di apertura Antonio Mannino – voglio ringraziare tutti quelli che hanno collaborato con me. Abbiamo cercato di abbracciare per l’Etna Comics di quest’anno, oltre al fumetto, anche altre aree culturali ad esso collegate, come la musica, ci saranno infatti dei concerti, l’area fantasy e il Japan Center e, novità di quest’ anno, un’area dedicata a youtube”.

Bagno di folla per la prima in Sicilia di Milo Manara, Greg Capullo e Leo Ortolani. Tripudio di sensualità all’inaugurazione della mostra del grande maestro dell’eros, grande curiosità per la celebrazione dei 75 anni di Batman grazie anche alla prestigiosa presenza dell’attuale disegnatore del Cavaliere Oscuro, applausi a scena aperta per il padre di Rat-Man, autore anche del manifesto ufficiale di Etna Comics 2014.

Da Gulliver a Dylan Dog, dai manga agli anime, dall’area giochi, con i classici videogames e la novità Othello, a Cristina D’Avena, la cantante “dei cartoni animati”, personaggio ormai legato a Etna Comics che, salutando i fans prima del concerto che ha chiuso la giornata numero uno dell’evento, ha dato qualche chicca sul suo legame con le sigle dei cartoni da lei cantate. “Sono molto legata alla sigla di Kiss me Licia, forse perché un po’ mi rivedo in lei: timida, umile, con un padre molto protettivo – sorride – mi è dispiaciuto in realtà non sapere com’è andata a finire per Licia. Un’altra canzone che mi piace molto è la sigla di Sailor Moon, ha un fascino tutto particolare”. Infine, prima di concedersi per gli autografi e le foto un incitamento a tutti i ragazzi presenti: “credeteci sempre, i sogni possono realizzarsi, continuate ad insistere su ciò che più vi piace!”

Gianluca Virgillito

Scrivi