Penultimo appuntamento con il Festival “Teatro dei Due Mari” nel segno del grande Giorgio Albertazzi e di Mariangela D’Abbraccio, che sabato 29 agosto, alle 21.15, porteranno in scena a Tindari “Borges/Piazzolla”, unica tappa siciliana dello spettacolo: un condensato di poesia e di emozioni scandite dal nuevo tango del compositore argentino e dai versi dello scrittore di Buenos Aires, fra i più influenti e visionari del Novecento.albertazzi_D'abbraccio (02)

Ideato dallo stesso Albertazzi e diretto da Francesco Tavassi, lo show è un viaggio letterario e musicale nei temi del fantastico, del doppio, delle realtà parallele e dei libri misteriosi di Jorge Luis Borges, che rivivranno attraverso la voce penetrante di Giorgio Albertazzi, attore novantaduenne e decano del teatro italiano, mentre le ballate di Astor Piazzolla si riempiranno di significanti e di pathos grazie al canto di Mariangela D’Abbraccio, legata all’attore e regista da un percorso di vita e di arte.

Ad accompagnare i due artisti sul palco: Fabrizio Siciliano al pianoforte, Gianluca Casadei alla fisarmonica, Luca Pirozzi alla chitarra, Alessandro Golini al violino e Raffaele Toninelli al contrabbasso.albertazzi_d'abbraccio (01)

“Il tango è un pensiero triste che balla”, scriveva Borges, famoso sia per i suoi racconti visionari, in cui ha saputo coniugare idee filosofiche e metafisiche con i classici temi del fantastico, sia per la sua più ampia produzione poetica, dove si manifesta “l’incanto di un attimo in cui le cose sembra stiano per dirci il loro segreto”. Versi, quelli di Borges, che diventeranno musica grazie all’interpretazione del nostro attore più grande e moderno, capace di trasmettere tutte le suggestioni dello scrittore argentino con la sua presenza scenica e il timbro inconfondibile della sua voce.
«Con Borges – racconta Albertazzi – ho avuto anche una corrispondenza per un film tratto da un suo racconto: lo ricordo carino e gentile. E anche se cieco, era un uomo straordinario che vedeva lontano».manifesto spettacolo

Protagonista della parte musicale sarà invece Mariangela D’Abbraccio, che metterà in scena i ritmi, le struggenti sospensioni e la sensualità della musica di Piazzolla, riformatore del tango e strumentista d’avanguardia fra i più innovativi dello scorso secolo. «Oltre alle opere più famose – spiega l’attrice – ci sarà spazio anche per un brano che non tutti conoscono: un testo scritto insieme da Piazzolla e Borges dal titolo Alguien le dice al tango. Sarà un po’ il simbolo di questo spettacolo di artisti giganti, che hanno avuto tante cose in comune».

Al via il 29 luglio, il Festival “Teatro dei Due Mari”, diretto da Filippo Amoroso, si concluderà il 30 agosto, sempre al Teatro Antico di Tindari, con lo spettacolo “Lisistrata”, con Vanessa Gravina, previsto inizialmente il 16 agosto e rimandato per maltempo.

A proposito dell'autore

Passionale, grintosa ed innamorata del suo lavoro. Abbandona la carriera giuridica per realizzare il suo sogno: scrivere. Testarda e volitiva crede nella forza trascinatrice dei propri sogni e combatte per realizzarli. Sempre pronta con il suo inseparabile registratore a realizzare un’intervista. Si occupa di Teatro e Comunicazione da anni. Non ha paura delle sfide, anzi, la stimolano ad andare avanti.

Post correlati

Scrivi