BRONTE – E’ stato il sindaco di Bronte, Graziano Calanna, a tagliare per primo la torta al pistacchio più bella fra le tante torte che i pasticceri di Bronte hanno preparato per i visitatori, in occasione del primo Expo del pistacchio di Bronte dop (che si è concluso oggi).
Ad attendere di poter assaggiare il dolce per eccellenza di questo Expo migliaia di visitatori, che hanno atteso anche ore dietro le transenne pur di assaggiare il gustosissimo dolce all’oro verde. Un momento importante con numerosi ospiti, tanti sindaci e diverse autorità a coronamento di 2 fine settimane prese d’assalto dai visitatori. Ieri la coda in auto per arrivare a Bronte era lunga circa 8 chilometri.
Alla festa, oggi, non sono mancati l’assessore regionale Giovanni Pistorio, i deputati regionali Anthony Barbagallo e Salvo Giuffrida e l’onorevole Giuseppe Beretta. Con loro sindaci provenienti da tanti Comuni della provincia di Catania e di Messina ed il coordinatore provinciale del Megafono, Giuseppe Caudo.
“Devo ringraziare tutti. – ha affermato un emozionato sindaco Calanna al taglio della torta – Grazie agli ospiti che oggi sono qui, grazie alle Forze dell’Ordine ed alla squadra del Comune che dietro le quinte ha lavorato intensamente. Grazie agli espositori che hanno offerto il meglio dell’oro verde ed ai produttori che con passione e fatica si ostinano a coltivare il pistacchio. Grazie ai miei concittadini che hanno accettato di buon grado i disagi che una manifestazione così comporta e grazie a tutti voi che ci siete venuti a trovare. L’esperimento è riuscito. – ha concluso – L’Expo ha vinto la sua sfida”.
“Io conosco bene la forza di questa comunità punto di riferimento per un vasto territorio. – ha affermato l’assessore regionale Pistorio – Il pistacchio è un grande patrimonio economico e l’Expo, quest’anno, organizzato benissimo dal sindaco Calanna, è riuscito a valorizzarlo al meglio”.
“Prima si chiamava Sagra, oggi questa manifestazione è veramente un’Expo. – ha aggiunto l’on. Barbagallo – Merito di un’organizzazione eccellente messa in campo dall’amministrazione comunale”.
“Vengo qui da 9 anni – ha affermato l’on. Giuffrida – ma quest’anno questa manifestazione ha assunto un livello nazionale. Così ben curata merita di far parte di un calendario di eventi nazionali”.
E fra i tanti sindaci giunti alla festa, Antonio Fallica di Pedara, Antonino Pillera di Roccella Valdemone, Salvatore Greco di Santa Venerina, Giuseppe Bandieramonte di San Pietro Clarenza e Antonino Cantali di Maniace, è comune l’opinione che i prodotti tipici di eccellenza del territorio siano fra i principali volani per l’economia.
Soddisfatti anche gli espositori del Polo di eccellenza del pistacchio in piazza Spedalieri che hanno venduto migliaia e migliaia arancini e gelati. “Alle 21 ho finito tutto. – ci dice Peppe Luca – Eppure mi ero esageratamente rifornito. Non so dirvi quanti arancini o gelati al pistacchio ho venduto. L’Expo è stato un successo”.

 

 

(Comunicato stampa)

Scrivi