BRONTE – E’ iniziata l’imponente campagna di pulizia del territorio, imposta dal sindaco Graziano Calanna per eliminare le micro discariche che deturpano le campagne brontesi.
Questa mattina alle 6 in punto una squadra di circa 10 uomini, servendosi di attrezzature e mezzi meccanici, come un grosso camion con un potente braccio meccano chiamato “ragno” in grado di afferrare da terra i rifiuti, hanno ripulito le prime discariche a cielo aperto presenti nelle contrade. Enorme il cumulo di rifiuti trovato, tant’è che alla fine della giornata c’è stato il tempo per ripulire solo 2 della contrade inizialmente individuate, ovvero “BetonBronte” e “Fiteni” conosciuta anche come Saragoddio. Zone fino ad ieri deturpate dall’inciviltà delle gente che, invece di servirsi del servizio di ritiro gratuito da casa degli ingombranti, preferisce caricare in auto vecchie carcasse di frigoriferi o televisioni per poi gettarli per strada.
Alla fine della giornata leggendo i formulari della ditta che ha effettuato la bonifica è emerso che sono stati recuperati circa 2200 chili di vecchi materassi, 2500 chili di materiale plastico non riciclabile come per esempio i paraurti delle auto, ed oltre 9000 chili di rifiuti vari indifferenziati. Ma nelle discariche a cielo aperto si è trovato di tutto, dai resti di sanitari per bagni, ad oltre 50 pneumatici di auto e di camion. Gli operatori hanno recuperato anche 2 grosse e pesanti ruote di una vecchia impastatrice per il cemento. Il bilancio finale indica che sono stati recuperai oltre 15 mila chilogrammi di rifiuti.
Aii lavori hanno assistito il sindaco Calanna, l’assessore all’Ecologia, Nuccio Biuso con l’assessore Francesco Bortiglio ed il presidente del Consiglio comunale, Nino Galati. Presente anche la Polizia municipale.
“La novità – ha affermato il sindaco – sta nel fatto che finalmente si interviene con decisione contro questo fenomeno. Non potevamo permettere che i cumuli di ogni genere di rifiuti continuassero a deturpare il nostro territorio. I cittadini però devono sapere che i costi ogni pulizia delle aree, sia essa ordinaria o straordinaria, ricadono equamente su ognuno di loro, ed è assurdo che per colpa di qualcuno, la maggioranza dei cittadini corretti ed onesti debbano pagarne le conseguenze.Per questo – continua – abbiamo allestito una taske force in grado non solo di intervenire in caso di presenza di rifiuti, ma di acciuffare chi scarica abusivamente. Una squadra di Polizia municipale, infatti, già da oggi effettua controlli per individuare e sanzionare i colpevoli e fra qualche giorno delle telecamere mobili nascoste saranno in funzione per fornire agli investigatori ulteriori prove. I cittadini capiscano che quella che stiamo combattendo è una battaglia di civiltà. Il Comune è in grado di garantire un servizio gratuito di ritiro degli ingombranti. Chiunque ha un vecchio frigorifero o un materasso da eliminare, infatti, deve soltanto telefonare all’Urp (Ufficio relazioni con il pubblico) allo 095/7747244, e dopo qualche giorno una squadra di operatori giungerà a casa per ritirarlo senza pretendere nulla. Mi domando – conclude – perché non approfittarne”.

(Comunicato stampa)

Scrivi