CATANIA- Il sindaco Enzo Bianco ha presentato nella Sala giunta del Palazzo degli Elefanti il Buk Festival, che aprirà i battenti il 26 Settembre nel Palazzo della Cultura per concludersi il 28.

Saranno presenti i volumi di oltre 50 editori provenienti da tutta Italia, più di 60 iniziative ed eventi serali, incontri con autori e ospiti del calibro di Annalisa Canfora, Laure Mi Hyun Croset, Emma D’Aquino, Antonia Dininno, Laura Efrikian, Chiara Gamberale, Estelle Goldfarb, Alessandro Grazian, Tuccio Musumeci, Pippo Pattavina, Barbara Schiavulli.

Bianco durante l’incontro ha sottolineato l’importanza per Catania di ospitare il Buk Festival «il libro fa parte del patrimonio genetico di Catania per questo motivo sono felice che la nostra città diventi per tre giorni una capitale della lettura con un’iniziativa che da anni a Modena rappresenta il punto di riferimento per la piccola e media editoria».

Promosso per la direzione artistica dello scrittore e drammaturgo Francesco Zarzana, curato dall’associazione culturale “Progettarte”, dal Teatro Stabile di Catania e dall’Assessorato ai Saperi e Bellezza Condivisa del Comune di Catania.

images-1Il Buk Festival in Sicilia a Catania bisserà i successi di numeri e contenuti dell’edizione invernale che si tiene a Modena da sette edizioni.

Francesco Zarzana è intervenuto sostenendo l’importante unione che il Buk festival sta creando tra il Nord e il Sud del nostro paese «non esiste in tutto il Sud Italia alcuna manifestazione che si avvicini al  Buk festival come numero di case editrici presenti e come quantità e qualità di iniziative culturali. Particolarmente importante è questo gemellaggio tra Nord e Sud: la città di Catania sarà ospite d’onore al Buk Festival di Modena che si terrà il 21 e 22 febbraio 2015 e il Comune emiliano sta lavorando a un protocollo d’intesa per far diventare quello etneo un appuntamento fisso».

Un’idea sposata con entusiasmo dal sindaco Bianco che ha invitato il primo cittadino di Modena alla prossima edizione del Buk Festival.

Anche Orazio Licandro, assessore ai Saperi e alla Bellezza condiviza ha commentato «con questa prestigiosa   iniziativa Catania entra a far parte della rete delle città del libro. Abbiamo avuto un grande riconoscimento del Ministero per i Beni e le Attività Culturali che ha inserito la nostra manifestazione fra gli eventi di riferimento insieme ai più importanti appuntamenti letterari quali il Festival della Letteratura di Mantova, Pordenonelegge e Più Libri Più Liberi di Roma.  Diffondere la cultura deve essere un diritto garantito ai cittadini».

Nella città Etnea sono tante le iniziative per avvicinare la cittadinanza alla lettura dall’autobook al book-running alla presentazione a Catania dei finalisti del premio Campiello.

Alla conferenza erano presenti anche Nino Milazzo presidente del Teatro Stabile insieme al direttore artistico Giuseppe Di Pasquale «il Teatro Stabile è felicissimo di dare il proprio contributo all’iniziativa con una serie di appuntamenti che avranno come protagonisti noti personaggi della cultura e anche del teatro catanese».

In particolare il duo Pippo Pattavina e Tuccio Musumeci, presente alla conferenza stampa, parleranno, in uno spettacolo, della loro amicizia.

L’inaugurazione del Buk Festival è prevista per venerdì 26 alle 11, mentre il via ufficiale al pubblico avverrà alle 15 e si andrà avanti fino alle 23.

Sabato 27 e domenica 28 orario continuato dalle 10 alle 23, ingresso libero.

Clicca per leggere il Programma

Agnese Maugeri

Scrivi