CATANIA – La battaglia del Comitato GaE della scuola dell’infanzia per il riconoscimento della propria professionalità, non si arresta, anzi è destinata ad allargare il fronte del dissenso che oramai sembra interessare tutto il paese da Nord a Sud. Le insegnanti inserite nella graduatoria ad esaurimento e precarie da decenni, rivendicano il diritto alla stabilizzazione. Escluse del tutto dal piano straordinario delle assunzioni previsto dalla legge 107/2015 , ( la “Buona Scuola”per intenderci ),  senza, tra l’altro, conoscerne le motivazioni, faranno sentire la loro voce durante il presidio di domani alle  16.00 davanti alla sede Rai di Catania in via Passo Gravina. L’intento è quello di portare a conoscenza dell’opinione pubblica le condizioni drammatiche di migliaia d’insegnanti che,  dopo anni e anni di vita all’insegna della precarietà, corrono il rischio di rimanere senza lavoro. Questa è una delle tante iniziative che il comitato ha organizzato per portare avanti la propria battaglia che non si arresterà fino a quando le promesse non saranno accompagnate da fatti tangibili.
Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi