CATANIA – “Quota 1.000” ieri sera è stata superata di slancio: sono complessivamente 1.055 i vecchi abbonati che hanno riconfermato la loro adesione al progetto Catania esercitando il diritto di prelazione alla fine della seconda settimana di campagna abbonamenti. Ieri, intanto, è torna a casa, come ha dichiarato, Rosario Bucolo, 27 anni, acquistato dal Catania a titolo definitivo. Il centrocampista, cresciuto nel settore giovanile rossazzurro, tornerà ad indossare la maglia della sua squadra del cuore, questa volta di prima squadra, dopo 197 presenze tra i professionisti. L’atleta ho sottoscritto un contratto biennale ed ha già svolto il primo allenamento con i nuovi compagni. Nella scorsa stagione Bucolo è stato uno dei protagonisti del Padova, dove ha disputato 24 partite e contribuendo alla conquista del quinto posto nel girone A di Lega pro. Il centrocampista etneo, quindi, ha esperienza nella categoria, senso di appartenenza ed è un “terrone” doc, cioè in possesso di tutte quelle caratteristiche che dovrebbero consentirgli di fare bene. Il suo ingaggio completa l’organico a disposizione di mister Pino Rigoli e pone fine ad alcune trattative di papabili nuovi rossazzurri.

Sempre in tema di mercato si avvicinano sempre più Salernitana e Catania per la partenza di Alessandro Rosina, uno dei pezzi pregiati del mercato di B e Lega pro dopo l’ottimo campionato disputato con il Bari (12 reti e numerosi assist, una delle sue migliori stagioni, dopo quelle indimenticabili con il Torino). L’accordo sarebbe stato raggiunto tra i due club e con il calciatore. Si saprà solo al momento dell’ufficializzazione se la società etnea avrà compensato il valore del calciatore solo in termini  economici o anche con una contropartita tecnica, che potrebbe essere l’attaccante Caccavallo, uno degli attaccanti inseguiti dai primi giorni di apertura delle liste di trasferimento, anche se attualmente il reparto offensivo sembra già quantitativamente coperto, anche se qualche seconda scelta potrebbe essere dirottata altrove in prestito per acquisire esperienza, perché Lo Monaco e Rigoli vogliono poter contare su elementi di sicuro rendimento. In partenza anche Elio Calderini. L’esterno offensivo non ha fatto benissimo  nella passata stagione. Buone prestazioni, ma anche tante sottotono. A lui si è interessato il Fondi che appare destinazione ormai certa.

Undicesima doppia seduta in ritiro per il Catania, a Torre del grifo. In mattinata attivazione in due fasi e partite a pressione 5 contro 5, seguite da un lavoro di scarico, nel pomeriggio esercizi di mobilità, riscaldamento tecnico, esercitazioni tattiche a squadre contrapposte e nuova sessione di scarico. Questa mattina il programma di lavoro prevede un allenamento di rifinitura in vista dell’amichevole, la quarta, del pomeriggio contro la Sicula Leonzio. Fischio d’inizio alle 17,00, porte aperte dalle 16,30.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi