CALATABIANO – La realizzazione del completamento della Regia trazzera Riposto – Schisò, da tempo immemorabile in terra battuta nel tratto ricadente sul territorio comunale di Calatabiano, potrebbe finalmente trovare realizzazione in vista del G7 che si svolgerà a maggio a Taormina. L’Amministrazione comunale di Calatabiano guidata dal sindaco Giuseppe Intelisano sta lavorando affinchè il progetto riguardante il completamento della Regia trazzera Riposto  – Schisò, nel tratto ricadente sul proprio territorio comunale, trovi accoglimento tra le opere che verranno finanziate. Il sindaco, accompagnato dal vicesindaco Antonino Moschella, dopo i recenti tavoli operativi svoltisi nella “perla dello Jonio” sulle opere funzionali all’evento, che potrebbero essere realizzate in tempi ragionevolmente brevi, ha presentato al sindaco di Taormina, Eligio Giardina, (impegnato nell’organizzazione del G7)  una relazione generale con tanto di scheda tecnica riguardante i lavori di riqualificazione (di cui esistono vecchi incartamenti tecnici dell’ex Provincia regionale), nel tratto che và dalla foce del fiume Fiumefreddo al fiume Alcantara, per un importo complessivo di  2 milioni e 500 mila euro. Spiega il sindaco Giuseppe Intelisano: “Il progetto, già inserito nel Piano Triennale delle opere pubbliche,  potrebbe risultare finanziabile in quanto rientra  tra quelle opere, a detta del presidente della Regione, Rosario Crocetta, che rappresentano elementi vitali sul piano della sicurezza e della mobilità. Non bisogna dimenticare, che l’arteria in parte illuminata, risulta essere già tracciata  fino al fiume Alcantara, tanto da costituire un  importante via di fuga” .

 L’opera, con la riqualificazione del tratto che attraversa marina di San Marco, dove sorgono insediamenti turistici, rappresenterebbe un importante nodo di collegamento tra il porto turistico di Riposto e il Comune di Giardini, oltre a costituire  l’unica via alternativa  alla ss 114, la quale spesso d’estate, risulta insufficiente a garantire adeguati livelli di sicurezza.

Il vicesindaco Antonino Moschella aggiunge: “L’intervento progettuale prevede la sistemazione del piano viabile, ancora in parte in terra battuta, con la creazione al centro di un percorso carrabile e di una pista  ciclabile contigua alla’ fascia boschiva, compreso il raddoppio del ponticello sul fiume Fiumefreddo, causa di frequenti ingorghi veicolari durante la stagione balneare e la realizzazione di un attraversamento alla foce del  torrente Minissale. Il tutto con materiale e strutture compatibili con l’ambiente circostante, vista la valenza paesaggistica del tracciato”.

Mario Pafumi


-- SCARICA IL PDF DI: Calatabiano: si spera nel G7 per asfaltare la Regia trazzera --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata