Che il Mascalucia sia uscito definitivamente dal tunnel in cui era entrato lo diranno le prossime gare, ma la vittoria contro la Peloritana è una boccata d’ossigeno come poche. Gli etnei, alla vigilia, erano chiamati a compiere un’importante prova e così è stato, con un 6-2 convincente sotto tanti punti di vista. Orfani di Leo e mister Zinna squalificati e Rotondo e capitan Mangano infortunati, i biancoblu affrontano una compagine altrettanto incerottata, viste le assenze di Piccolo, La Valle, D’Urso e del tecnico Massimiliano Fede. Il match del PalaWagner si apre subito con la rete del vantaggio casalingo, ad opera di Andrea Finocchiaro, sempre più in alto nella classifica cannonieri del girone. Il Mascalucia coglie l’occasione per affondare il colpo: dopo pochi minuti, Marchese serve sulla sinistra Bosco che da posizione defilata buca l’estremo difensore avversario e confeziona il 2-0. I padroni di casa non si fermano, spingono ancora e trovano la terza rete con Gianluca Marino, abile a correggere in rete un cross al centro di Marchese. La Peloritana, a questo punto, reagisce e trova il gol del momentaneo 3-1, accorciando le distanze e mettendo paura alla retroguardia mascalucese con altre due occasioni non sfruttate. Sul punteggio di 3-1 si conclude la prima frazione. Nella ripresa, il Mascalucia torna a ruggire, grazie ai gol delle doppiette di Gianluca Marino e Andrea Finocchiaro. Sul 5-1, i giallorossi provano a pungere con il portiere di movimento, creando difficoltà alla retroguardia ospite ed accorciando ancora una volta con il gol del 5-2. Lo scarto, però, è troppo e il tempo esiguo per il recupero: il Mascalucia chiude la gara, infatti, con Alessandro Freni, che con un’azione solitaria salta il portiere avversario e realizza il gol del definitivo 6-2. Una vittoria importante, che ai fini della classifica non cambia gli equilibri, visto che tutte le altre concorrenti hanno ottenuto i tre punti, ma che permette agli etnei di ritrovare serenità, in vista del difficile match di sabato prossimo contro la Real Futsal.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi