E’ il Mascalucia ad imporsi sull’Assoporto Melilli, nell’andata della semifinale di Coppa Italia di Serie C1. Il risultato finale di 4-2 rende merito all’ottimo stato di forma degli etnei, che battono i diretti concorrenti alla promozione in Serie B con un’ottima prestazione, in una gara che sarebbe potuta finire con qualsiasi risultato, ma che il Mascalucia ha meritato di vincere.

Il match si apre subito all’insegna dell’equilibrio. La carta Di Mauro titolare risulta subito vincente ed è dai piedi del classe ’96 che nasce il primo gol: Di Mauro si invola sulla fascia destra e calcia forte, costringendo Russo alla respinta, ma il primo ad arrivare sulla sfera è Gianluca Marino che scarica alle spalle del portiere avversario e porta in vantaggio il Mascalucia. I megaresi reagiscono e costringono Mangano a due interventi prodigiosi, ma i padroni di casa sono in palla e si portano sul 2-0 con un gran gol di Marchese. Gara bellissima ed imprevedibile. Nella seconda parte del primo tempo succede di tutto: Mangano prima compie un grande intervento su Bocci e poi lancia perfettamente Finocchiaro che controlla di petto e gira in rete, scatenando il tifo mascalucese per la rete del 3-0. Tuttavia, in questa fase, l’Assoporto cresce, realizza due reti, accorciando le distanze, e sbaglia clamorosamente la terza con Gianino, che spreca un’occasione ghiottissima sul secondo palo. Poco prima del duplice fischio, Marchese coglie il palo su calcio di punizione, a Russo battuto.

Nella ripresa, continua l’equilibrio tra le due compagini, che danno spettacolo in una gara divertente e piena di occasioni. Un grande Mangano, da un lato, e un buon Russo dall’altro, parano molto, ma è il Mascalucia a portarsi ancora avanti: prima Finocchiaro coglie il palo, poi è Marchese a raddoppiare il punteggio con un gol dei suoi. Il forcing finale dell’Assoporto è sterile e la gara si conclude per 4-2. <<Un vantaggio di due reti in vista del ritorno – dice mister Ivan Zinna – non è una certezza e non possiamo rilassarci. Sono molto soddisfatto della prova dei ragazzi, abbiamo tenuto alta l’intensità per quasi tutta la gara ed è questo ciò che chiedo sempre. Là non ci difenderemo, lo abbiamo fatto al ritorno degli ottavi e abbiamo perso malamente, per cui ce la giocheremo a viso aperto>>.

Appuntamento mercoledì prossimo al PalaVillasmundo, per una gara di ritorno che si preannuncia altrettanto spettacolare. Il sogno finale continua più vivo che mai.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi