Poteva essere un pomeriggio da incubo, tra i peggiori della storia mascalucese. Invece, dopo una settimana burrascosa, è arrivata la pronta reazione dei giocatori etnei, vittoriosi contro un eccellente Cus Palermo. Il risultato finale di 5-3 è figlio di una gara equilibrata, in cui le squadre si sono divise un tempo per parte e in cui il Mascalucia ha avuto il merito di essere più cinico.

La gara si apre con un inizio sprint dei giallorossi ospiti, autori del vantaggio dopo soli 8 secondi con Termini. Il Mascalucia non scende subito in campo e i palermitani ne approfittano, trovando il 2-0 con Blandi. La gara continua con una sola squadra in campo, il Cus Palermo, che infila per la terza volta in meno di 10’ Pavone (che sostituisce lo squalificato Mangano), grazie alla doppietta di Christian Termini, in gran spolvero. Il Mascalucia prova timidamente a reagire, ma gli ospiti si difendono bene e riescono a portare il 3-0 alla fine della prima frazione.

Nella ripresa, gli etnei scendono in campo con una consapevolezza diversa e con uno spirito decisamente combattivo. In due minuti, Daniele Bosco realizza una doppietta e riapre una gara che sembrava impostata su binari differenti. L’espulsione dello stesso Bosco, però, sembra complicare le cose, ma il Cus Palermo non ne approfitta e il punteggio rimane sul 3-2. Mister Previti (da solo in panchina, data la squalifica del team manager Pellegrino), allo scadere dei due minuti, manda in campo Sergio Leo che, dopo pochissimo tempo, realizza il gol del 3-3 sul secondo palo. La partita si accende: il Cus Palermo sfiora per due volte il gol del nuovo vantaggio, allo stesso modo del Mascalucia, fermato dall’estremo difensore avversario in un paio d’occasioni. Nel finale, la gara viene risolta da due rigori concessi dai direttori di gara e ben finalizzati da Finocchiaro e Marchese. Tre punti d’oro che vogliono dire play-off matematici e terzo posto agganciato.

«Sono orgoglioso della rimonta – dichiara a fine gara il presidente Nicola Caruso – Sono sempre convinto del fatto che questi ragazzi siano tra i migliori del campionato e, dopo questa prova di forza, affronteremo le prossime quattro gare con una consapevolezza diversa. Ora godiamoci la pausa, utile per recuperare energie preziose».

Play-off matematici e terzo posto agganciato. Se i sabati mascalucesi possono tornare ad essere dolci lo si vedrà dopo la pausa pasquale, ma oggi è stato di certo messo un mattone importante in una stagione altalenante.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi