Il presidente Marletta: “Rimonta ostacolata da alcune decisioni arbitrali”.

 

Sconfitta dolorosa e immeritata, quella subita dal Catania Librino Calcio a 5, ieri pomeriggio al Palanitta contro la Salinis. 5-9 il risultato finale, frutto di una gara durante la quale gli etnei, nonostante le numerose e importanti assenze (Dalcin, Zamboni, Corvatta e Marletta) hanno dato l’anima in campo per provare a conquistare i tre punti.Tra le note positive della giornata, l’esordio in porta del giovane under 21 Salvo Marino.

Primo Tempo:

Dopo solo nove secondi dall’inizio del match, i rossazzurri trovano la prima rete della gara con Silveira su assist di Rizzo (1-0). Gli avversari pareggiano i conti dopo cinque minuti di gioco con il numero 10 Nardacchione (1-1).

A 14,27 minuti da giocare Silveira viene ammonito dal direttore di gara.

Nel corso della prima frazione di gioco il Catania spreca numerose occasioni con Rizzo, Vieira e Fantacele. Cosi tante da far sembrare la porta stregata. Purtroppo , poco dopo, Campisi realizza un autorete, regalando il vantaggio agli ospiti (1-2). A tre minuti dal termine , ammonizione per il rossazzurro Jean Vieira.

Il primo tempo si chiude con il gol di Nardacchione, 1-3 per gli avversari.

Secondo Tempo:

Nella ripresa accade di tutto.

Vieira viene punito per un normale fallo di gioco con il secondo cartellino giallo del match, e dunque viene espulso. La  Salinis approfitta del momento delicato dei padroni di casa per andare in rete prima con Caetano (1-4), poi con Perri (1-5). Il Catania però non si arrende mai, soprattutto di fronte a quelle situazioni che sembrano ormai “chiuse”.  Silveira riapre la gara e accorcia le distanze con la rete del 2-5. Poco dopo è capitan Rizzo a trovare il gol (3-5). Da questo momento in poi , è un susseguirsi di reti, un vero e proprio botta e risposta tra le due squadre! Nardacchione va in rete (3-6), per il Catania prima Campisi e poi Rizzo danno vita alla rimonta (5-6).

Nel momento più importante e delicato della gara , proprio quando il Catania era ad un passo dal pareggiare i conti, Nardacchione trova il gol del 5-7, l’arbitro decide di espellere incredibilmente Silveira per un presunto fallo di mano in area (la palla ha colpito il corpo del giocatore, il cui braccio era aderente al corpo, immobile davanti la porta).

Cartellino rosso per Silveira, che cosi come Vieira, salterà la prossima gara contro l’Augusta. Il rigore concesso alla Salinis viene trasformato da Perri (5-8).

Le speranze di rimontare si infrangono sulle traverse e vengono bloccate da alcune , discutibili e irreversibili, decisioni arbitrali. La rete di Bresciano per la Salinis chiudela gara sul 5-9. Ad un minuto dal termine , agli ospiti viene concesso un tiro libero, per via del sesto fallo commesso dai rossazzurri, ma Marino dice no parando il tiro di Lopez.

Questo il pensiero del Pres.Marletta a fine gara: “Abbiamo dato l’anima nonostante le assenze che continuano a perseguitarci. Contro l’Augusta , viste le decisioni arbitrali di quest’oggi, mancheranno : Fantacele (che era diffidato ed oggi è stato ammonito), Vieira e Silveira, dunque scenderà in campo l’under 21. Il lavoro e il sacrificio non bastano, questo è quello che fa più male! Sul 5-6 tutto era possibile, ma alcune decisioni del direttore di gara hanno bloccato il nostro cammino verso la vittoria!”

Scrivi