Daniele Lo Porto

CATANIA – Una lunga settimana di polemiche per il rinvio di Catania-Fondi per motivi di ordine pubblico, ma finalmente la parola torna al campo con il derby atipico tra Reggina e Catania.

Inevitabile, però, che il tecnico etneo, Pino Rigoli, torni sull’argomento in apertura di conferenza stampa pre gara. “Non giocare domenica scorsa è stato un danno, perché mantenere alta la tensione non è facile, ma l’importante è esserci riusciti. Non voglio tornare sulla diatriba della partita di cui si è già ampiamente discusso, ma concentrarmi sulla gara di Reggio Calabria che è molto importante per la nostra società e per la nostra squadra. Il riposo forzato non può essere un alibi. Sull’argomento il direttore Pietro Lo Monaco si è espresso e siamo tutti d’accordo. Ora pensiamo a quello che dovrà accadere sul campo, non a quello che è accaduto fino a ieri”.

Lista dei convocati contenuta: da segnalare l’assenza di Bergamelli, il cui esordio viene rinviato di partita in partita, mentre prima convocazione per il difensore De Santis, reduce dalla convocazione con l’Under 21.

L’avversario. “Contro l’Andria non abbiamo fatto male – sottolinea subito Rigoli -, anche se è vero che ci hanno messo in difficoltà con le palle lunghe, ma poi siamo riusciti a prendere le misure. La Reggina è una buona squadra, ha un buon centrocampo ed un attacco mobile, vive di grande entusiasmo visto il ripescaggio in Lega Pro,  il blasone della piazza ed i precedenti in Serie A e B. Noi dobbiamo prepararci bene sia dal punto di vista agonistico che sotto l’aspetto tecnico: la mia squadra deve essere sempre propositiva ed avere voglia di fare, per cercare di portare a casa un risultato importante: è l’atteggiamento che dobbiamo mantenere per tutto l’arco del campionato. La partita la vincerà chi sarà più forte dal punto di vista mentale, a livello tecnico alla lunga prevarrà chi ha più qualità”, conclude Pino Rigoli.

 

Reggio Calabria, Stadio  Oreste Granillo, ore 16,30

REGGINA (4-3-3): Sala; Cane, Kosnic, Gianola, Possenti; Knudsen, Botta, De Francesco; Tommasone, Coralli, Porcino. A disposizione: Baccillieri, Bangu, Carpentieri, Cucinotti, De Bode, Licastro, Lo Maesano, Mazzone, Oggiano, Romanò, Tripicchio. All. Zeman.

CATANIA (4-3-3): Pisseri, Nava, Bastrini, Gil, Djordjevic; Silva, Scoppa, Biagianti; Russotto, Paolucci, Piscitella. A disposizione: Martinez; De Santis, Mbodj, Di Cecco, Di Grazia, Fornito, Sessa, Anastasi, Calil. All. Rigoli.

Arbitro: Perotti di Legano. Assistenti: Lombardi e Mokhtar.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi