Daniele  Lo Porto

CATANIA  – Nuova operazione in entrata per il Catania: acquisito a titolo definitivo il diritto alle prestazioni sportive del calciatore Miguel Ángel Luque Santiago, nato a Sabadell il 23 luglio 1990. Il centrocampista spagnolo, che agli inizi della carriera si è distinto con le squadre B del Barcellona e dell’Atletico Madrid, si è legato contrattualmente al nostro club fino al 30 giugno 2017. Luque, già nazionale iberico under 19, ha sommato esperienze positive anche in Ungheria, contribuendo alla promozione della Puskás Akadémia nella massima serie, in Spagna con L’Hospitalet ed in Romania con il Rapid Bucarest, vincendo il torneo cadetto nel 2015/16.

Oggi, al termine della prima fase della campagna abbonamenti, durante la quale viene esercitato il diritto di prelazione, sarà superata, probabilmente, quota 2.000. Ieri, infatti, alla chiusura dei botteghini. Un dato positivo considerato che in totale nella passata stagione, dopo lo scandalo “I treni del gol” e la seconda retrocessione consecutiva, i tifosi avevano comunque risposto in massa con oltre 5.000 tagliandi, cifra non distante da alcune stagioni di serie A. Adesso, siamo quasi a metà, con un giorno a disposizione per i vecchi abbonati che vogliono cambiare posto prima dell’apertura dei botteghini ai nuovi abbonati.

Insomma, il primo obiettivo della stagione, aumentare i fedelissimi, dovrebbe essere raggiunto senza problemi, anche se il costo dei tagliandi è stato leggermente ritoccato rispetto lo scorso campionato. La dirigenza sembra aver lavorato bene per fronteggiare le difficoltà economiche che comunque avranno una ripercussione materiale in questo campionato (un punto di penalizzazione) e la necessità di affrontare un organico competitivo per ottenere la promozione diretta, impresa non facile, ma da tentare a tutti i costi.

Per questo le operazioni di mercato sono in una fase di grande frenesia. In uscita segna, invece, il passo il trasferimento di Alessandro Rosina, che si è ancorato ad una buonuscita che il direttore Pietro Lo Monaco non è assolutamente intenzionato a sganciare. La vicenda insomma si è complicata. Sul binario di partenza, invece, l’argentino Fabian Rinaudo, corteggiato dal Gimnasia de La Plata. La formula è quella del prestito con obbligo di riscatto. Al Catania arriverebbe la cifra di 1,5 milioni di dollari. Questa mattina, intanto, in sala stampa due nuovi arrivati e un gradito ritorno, per la presentazione ufficiale, si tratta dei tre neo-rossazzurri Stefan Djordjevic, Miguel Ángel Martínez e Michele Paolucci, quest’ultimo si è messo già in evidenza con il suo rendimento nelle amichevole di luglio.

Due amichevoli in ventiquattro ore. Mister Pino Rigoli continua la preparazione a marcia forzata. Oggi pomeriggio, alle 18,00, i rossazzurri affronteranno la prima trasferta della stagione, al campo “Valentino Mazzola” di San Cataldo contro la Santacataldese, reduce da una stagione positiva nel campionato di eccellenza. Domani si replica, ma questa volta contro lo Sporting Taormina, al “Valerio Bacigalupo”, alle 17,00, anche questa formazione del campionato di Eccellenza. Il tecnico rossazzurro stringe i tempi in vista dell’esordio in Coppa Italia previsto il 13 agosto contro il Siracusa al De Simone o contro l’Akaragas al Massimino. I due test serviranno per affinare la velocità di esecuzione degli schemi, provati e riprovati in queste due prime settimane di ritiro.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi