Daniele Lo Porto

CATANIA -Una vittoria non fa primavera, ma è di sicuro incoraggiante e importante, soprattutto se ad essere battuta è la prima in classifica che non aveva ancora conosciuto l’onta della sconfitta. E il Lecce non ha di certo giocato una brutta partita, tutt’altro. Stavolta, però, il Catania ha pareggiato i conti con la sfortuna ed ha sicuramente capitalizzato al meglio quanto fatto. Un tiraccio sbilenco di Silva è finito in porta e poi è stato bravo Di Grazia subito dopo a mettere a segno il colpo del ko. A proposito di Di Grazia: ha confermato che non è una meteora. Da punta esterna ha segnato quattro gol in due partite al Massimino. Non è poco, tutt’altro. Potrà continuare la striscia positiva domenica contro la Paganese, se Pino Rigoi lo confermerà in un ruolo nel quale il ragazzo di San Giovanni Galermo si esalta. A proposito: contro il Lecce gli abbiamo visto cercare qualche leziosità di troppo. Colpi di tacco che sembravano rispondere più a una esigenza di soddisfazione personale piuttosto che a soluzione tecnica. Andrea non deve esaltarsi per i gol che ha segnato, ma deve restare concentrato su quelli che potrà, e sicuramente riuscirà, realizzare. Ha una buona visione di gioco, il passaggio smarcante, il coraggio per calciare anche in situazioni non semplicissime. Insomma, in questi due mesi è cresciuto tantissimo e probabilmente non sarà facile togliergli la maglia da titolare. Tra le certezze del Catania lui è sicuramente una delle più concrete, come Pisseri, Bergamelli e, tra qualche giornata, anche Andrea Mazzarani che sta crescendo in autonomia atletica e comincia ad inserirsi negli schemi della squadra. Non dimentichiamo che è l’ultimo ad essersi aggregato al gruppo rossazzurro.

Ma una vittoria, dicevano, non fa primavera perché questa squadra è stata incapace, fino ad ora, si ripetersi quando ha fatto bene, in termini di gioco e di risultato. Domenica toccherà alla Paganese, un avversario che non è certo il Real Madrid e quindi potrebbe essere superato, sempre che – appunto – gli etnei non sbaglino l’approccio con l’avversario, com’è successo a Melfi o in altre occasioni di recente.

Ieri giornata di riposo, oggi a Torre del Grifo, in programma il primo allenamento settimanale in vista della gara con la Paganese: dalle 16.30, la seduta si svolgerà a porte aperte. Da ieri,infine, sono in pre vendita i biglietti validi per assistere alla gara in programma domenica 30 ottobre alle 16.30. 


-- SCARICA IL PDF DI: Calcio Catania, allenamento a porte aperte. Mazzarani e Di Grazia determinanti in campo --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata