Daniele Lo Porto

Ventiquattro ore, anche meno, per girare pagina , guardare al futuro e ricominciare dal passato.

Perdono no, forse armistizio, anzi ri-sposati. Al massimo giovedì l’annuncio. La “strana ( e vincente) coppia” del calcio siciliano potrebbe tornare a vivere e programmare insieme, anche se solo uno dei due, Pietro Lo Monaco, potrà esporsi pubblicamente, mentre l’altro – Nino Pulvirenti, che deve scontare cinque anni di inibizione, uno quasi passato, da incarichi federali, agirà dietro le quinte. Come faceva all’inizio: non è una novità. Pulvirenti nelle prime stagioni di crescita del club rossazzurro (promozione in serie A e trasformazione da matricola a provinciale di lusso), vestiva i panni di principe consorte. Poi, amicizie importanti (da Galliani a Lotito) hanno fatto crescere l’imprenditore belpassese, prima della ubriacatura da successo (l’ottavo posto) e la crisi di panico da difficoltà, dalla retrocessione in B al deragliamento dei treni dell’inchiesta sul calcio scommesse.

Da un paio di giorni i due sembrano essere tornati in sintonia, quanto meno professionale (i rapporti amicali, alla fine, a tesserati e tifosi ben poco importanti. Prima telefonate rompighiaccio (che sia stato il solito Pippo Bonanno a fare da cupido’), poi un vis a vis che sarebbe stata la premessa di una trattativa che adesso, secondo rumors provenienti dalla luminose stanze di Torre del grifo, starebbe per arrivare velocemente al capolinea, superando anche le pendenze legali tra il sig. Lo Monaco e il Calcio Catania Spa.

I due si ritrovano nel momento di minore popolarità. Pulvirenti è ineguagliato da inchieste giudiziarie di vario tipo, oltre che già vittima dell’ostracismo della giustizia sportiva, in attesa dei pronunciamenti di quella ordinaria, anche sul caso “I treni del gol”, mentre il “dirigente di ferro” Lo Monaco è reduce da qualche esperienza non proprio esaltante, per non dire fallimentare, da quando ha lasciato Catania, in seguito alla rottura traumatica con Pulvirenti, ma proprio a Catania ha ottenuto i migliori risultati della sua lunga carriera sportiva.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi