di Gianluca Virgillito

Stasera, allo stadio “Ezio Scida” di Crotone, andrà in scena il match tra i rossoblù di casa, guidati dall’emergente mister Drago e un Catania affannato e alla ricerca della sterzata decisiva per intraprendere il cammino verso il tanto agognato ritorno in Serie A. Una sfida che vedrà anche l’incontro tra due tifoserie amiche.

La squadra di casa si avvicina al primo turno infrasettimanale del campionato fisicamente in buone condizioni e psicologicamente galvanizzati dall’esaltante vittoria a domicilio sul difficile campo di un Bologna che, come i rossazzurri di Sannino, stanno avendo difficoltà ad immergersi nella realtà cadetta.

Il Catania, orfano ancora degli acciaccati Rinaudo e Calello, recupera per la panchina Sergio Almiron, sulle cui condizioni c’è però ancora più di qualche perplessità. Il suo impiego, anche a partita iniziata, sembra difficile. Allora largo alle supposizioni sulla squadra anti-Crotone. Si va verso la conferma della squadra che ha pareggiato in casa con il Modena di Novellino, anche se potrebbero esserci alcune novità. Difesa a quattro confermata con Peruzzi a destra e Monzon a sinistra, Gyomber e Spolli centrali; in mediana, in previsione di uno spostamento di Rosina in attacco, dove potrebbe fare la differenza, si ipotizza quindi l’impiego di Escalante, che debutterebbe così nel campionato italiano, ma non si scartano le ipotesi Jankovic e Capuano, già provato proprio contro i canarini come regista di centrocampo. Scelta azzardata, ma vista la situazione, che vede i titolari in infermeria, bisognerà fare di necessità virtù. Possibile l’esclusione di Chaprek dal primo minuto. In avanti, se ci sarà l’avanzamento di Rosina, potrebbe rimanere fuori Leto, apparso ancora lento e impacciato. Il tridente sarebbe dunque Rosina, Calaiò e Castro.

Mister Sannino, al sito del Calcio Catania ha presentato il match, illustrando la situazione della sua squadra:

“Ho un motto, quello secondo cui in Serie B è sempre importante muovere la classifica. Dobbiamo essere bravi a creare una serie utile di risultati, per darci slancio. Molte volte il fattore psicologico influisce in modo importante. Almiron? Un recupero importante. Non so se potrà giocare, ma essere in gruppo è sicuramente una nota lieta. Dobbiamo sempre lavorare, niente chiacchiere superflue”.

Sono 22 i convocati per la partita di Crotone:

Portieri –
26 Anania, Costanzo, 12 Ficara.

Difensori –
24 Capuano, 23 Gyomber, 18 Monzon, 28 Parisi, 2 Peruzzi, 15 Sauro, 3 Spolli.

Centrocampisti –
4 Almiron, 19 Castro, 20 Chrapek, 8 Escalante, 13 Garufi, 27 Jankovic, 6 Martinho.

Attaccanti –
9 Calaiò, 17 Çani, 11 Leto, 7 Marcelinho, 10 Rosina.

(foto da ilcalciocatania.it)

Scrivi