Daniele Lo Porto

CATANIA – Petrone ha parzialmente “steccato” la prima, non riuscendo ad abbattere il muro del Taranto al Massimino, a Messina non potrà concedersi altre distrazioni, anche perché la partita (“non è un derby” ha sottolineato Pietro Lo Monaco) si è arricchita di ulteriori significati. Oltre che quelli tradizionali agonistici legati alla classifica ed a una tradizionale rivalità tra rossazzurri e giallorossi, se ne sono aggiunti altri di carattere quasi personali, tra lo stesso Lo stesso Lo Monaco e il neo presidente Franco Proto. E se non è il derby di Sicilia, definizione consentita solo al confronto tra Catania e Palermo, è certamente il derby degli ex, perché sono veramente tanti, su un fronte e sull’altro. I più attesi sul campo sono Demiro Pozzebon e, se sarà utilizzato, Gianvito Plasmati, etneo acqusito. Entrambi sognano, di sicuro, una rete da tre punti.

Sul piano tattico Mario Petrone potrebbe essere orientato al 4-3-1-2. In difesa recupera Bergamelli, dopo la squalifica, e potrebbe ridisegnare la retroguardia dando spazio sulla corsia esterna a marchese che garantisce più quantità e qualità rispetto a Parisi, con Djordjevic sulla corsia opposta con licenza spingersi in avanti. A centrocampo a capitan Biagianti potrebbe essere affiancato “ringhio2 Bucolo, di sicuro più adatto tecnicamente e caratterialmente a questa partita rispetto al compassato Scoppa. Mazzarani potrebbe agire da centrale a supporto di Tavares e Pozzebon, per i quali Lo Monaco auspica, e sicuramente suggerito in tal senso il tecnico, di vederli insieme in campo.

Settore ospiti, infine, interamente occupato dai tifosi rossazzurri: saranno circa 600.

Messina, stadio Franco Scoglio, ore 14,30

MESSINA (4-3-1-2): Berardi; Palumbo, Maccarrone (Rea), Bruno, De Vito; Silva, Musacci, Sanseverino (Foresta); Mancini; Milinkovic, Anastasi. A disposizione.: Benfatta, Russo, Rea, Marseglia, Saitta, Grifoni, Ansalone, Akrapovic, Capua, Ciccone, Ferri, Madonia, Plasmati. All: Lucarelli

CATANIA  (4-2-3-1): 12 Pisseri; 20 Djordjevic, 6 Gil, 3 Bergamelli, 16 Marchese, 27 Biagianti, 4 Bucolo; 32 Mazzarani, 9 Pozzebon, 35 Tavares. A disposizione: 1 Martinez; 26 De Rossi, 29 Longo, 33 Manneh, 15 Mbodj, 28 Parisi, 23 Di Grazia, 30 Piermarteri, 5 Scoppa; 11 Barisic, 10 Russotto. All. Petrone.

Arbitro: Forneau di Roma 1

Dal Giornale di Sicilia

Nella foto di calciocatania.it Pozzebon e Tavares in azione contro il Taranto.

Scrivi