Daniele Lo Porto

CATANIA – Domani mattina in Municipio, per la presentazione ufficiale, nel pomeriggio a Torre del grifo, per il primo allenamento. Il Catania stagione 2016-17, ancora da completare, però, si offrirà alla tifoseria per un doppio abbraccio, primo test per valutare gli effetti del nuovo corso e dell’ “Operazione emozione”, avviata da Pietro Lo Monaco. Porte girevoli, intanto, in queste ore a Torre del grifo: arrivi in continuazione per le visite mediche e i primi test. Pietro Lo Monaco accelera le operazioni di mercato: già da domani pomeriggio l’organico a disposizione di Pino Rigoli inizierà la preparazione nel centro sportivo di Mascalucia, dopo che la scelta di Pietralunga è stata annullata perché la palestra è inagibile. E già dal pomeriggio di sabato i tifosi potranno abbracciare la squadra perché il primo allenamento, inizio alle 17,30, sarà a porte aperte: si vuole avvicinare la tifoseria alla squadra il più possibile. L’ “Operazione emozione” studiata a tavolino dall’amministratore delegato oggi si è concretizzata con il ritorno a casa di Marco Biagianti, che tornerà ad indossare il rossazzurro a distanza di quasi dieci anni dalla sua prima volta. Era un “uccellino”, quanto appena ventiduenne arrivò a Catania, dal pro Vasto in C2, da allora sono cambiate tante cose: 148 maglie rossazzurre in serie A, / in Coppa Italia, 3 reti, una convocazione in nazionale, l’esilio a Livorno, tre stagioni, e poi la scelta del cuore per ricominciare daccapo da Catania, con la fascia di capitano, di nuovo la scalata verso la serie A, a 32 anni.

Visibilmente commosso capitan Mark già sogna di poter indossare la maglia numero 27 personalizzata, come sarà possibile anche in Lega pro da questa stagione. Lo Monaco fa il duro, ma alla fine non potrà non accontentare il suo capitano coraggioso.

Sul fronte mercato è saltata la trattativa con l’Akragas per Zibert e con la Roma per i due “Primavera” tra cui Pettinari. Di Grazia, Rossetti e Sessa che sarebbero stati la contropartita tecnica saranno quindi convocati con la prima squadra. In queste ore potrebbe essere ufficializzato l’arrivo di un terzino sinistro, e di un attaccante. “Una sorpresa”ha sottolineato Lo Monaco, ma forse non sarà proprio tale, perché già circola insistentemente il nome di Michele Paolucci, anche lui calciatore di ritorno, che proprio a Catania, giovanissimo, fece bene nella seconda parte della stagione. Poi tentò il salto di qualità senza grande fortuna /Siena, Juventus, Palermo, poi finì svincolato e successiva esperienza in Romania). Adesso potrebbe tornare anche lui motivato dalla voglia di un riscatto personale.

Ufficializzato, intanto, ieri sera l’acquisito a titolo definitivo il diritto alle prestazioni sportive del calciatore Abdallah David Natale Mbodj, nato a Dakar in Senegal il 15 settembre 1994 e cittadino italiano. Il difensore centrale, che ha esordito con il Pescara in Serie A nella stagione sportiva 2012/13, si è legato contrattualmente al nostro club fino al 30 giugno 2018. Mbodj ha indossato anche le maglie dell’Aprilia, del San Nicolò e, nella stagione appena conclusa, del Derthona in Serie D.

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi