Daniele Lo Porto

CATANIA – Due turni di lavoro al giorno, a parte il primo giorno e compreso oggi. In mattinata un breve allenamento in palestra prima e in campo dopo. Nel pomeriggio, alle 17, seconda amichevole in otto giorni. I rossazzurri scenderanno in campo a Torre del grifo contro il Biancavilla, formazione di Eccellenza. Porte aperte per i tifosi dalle 16,30. Mister Pino Rigoli ha pigiato subito il piede sull’acceleratore e la squadra sta rispondendo bene, consapevole che la capacità di sacrificio e la condizione atletica sono premessa indispensabile per il risultato. Probabilmente saranno in campo anche gli ultimi arrivati come Piscitella, Federico Scoppa, il centrocampista argentino del quale manca solo l’ufficializzazione o i tesserabili ch ancora non hanno firmato e sono rimasti in disparte in questi giorni.

Il Catania, intanto, con riferimento all’articolo pubblicato in data 19 luglio sul sito www.ilfattoquotidiano.it, considerate la gravità delle espressioni, le inesattezze e l’infondatezza della ricostruzione, ha reso noto di aver dato mandato ai propri legali di sporgere querela. “Il Calcio Catania stigmatizza con forza la ricerca del sensazionalismo e respinge il tentativo di linciaggio mediatico basato sulla confusione tra le responsabilità addebitate dalla giustizia sportiva e quelle, immaginarie, oggetto delle elucubrazioni di chi nel migliore dei casi è intollerabilmente impreciso.

In particolare, il Catania può affermare, ad alta voce e senza effettiva possibilità di smentita, di non aver “comprato” alcuna partita, così come appare evidente ed inconfutabile ad una lettura degli atti processuali e delle sentenze che non individuano concretamente, a distanza di 13 mesi dal 23 giugno 2015, soggetti “venditori” di partite e nemmeno contatti con soggetti potenzialmente in condizione di “vendere” partite.

DomusBet, main sponsor del nostro club, è titolare di concessione AAMS e quindi partner di assoluta garanzia, ampiamente legittimato non dalle parole cariche d’errore di persone poco informate ma dall’Autorità competente, come del resto altri operatori nel ramo già sponsor di altre società calcistiche”, sottolinea la nota ufficiale.

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi