CATANIA – Continua l’avventura  iniziata con un po’ di ritardo rispetto
alle altre squadre del torneo, a causa delle problematiche in
cui la società è stata coinvolta a inizio  stagione. I dirigenti comunque, rimboccandosi
le maniche, riescono a formare la rosa sotto età con la presenza di nati nel ’98
e ‘ 99 in un torneo che prevede giocatori nati nel ’97 e con
l’inserimento di qualche fuori quota ’96. Nella prime partite si nota
la differenza sostanziale di età per un settore giovanile del Catania
da sempre abituato a palcoscenici più tecnici che fisici come quello
della Berretti. Dopo le prime difficoltà il Catania  riesce ad
ambientarsi in questo “nuovo” torneo vincendo partite su partite
classificandosi ben 3ª nel suo girone di appartenenza con 15
vittorie,6 pareggi e 5 sconfitte,  con 42 gol fatti e solamente 22
subiti acquisendo così il primato di migliore difesa del girone e
seconda solo alla Cremonese in tutta Italia. Raggiunti i play off al
Catania tocca la doppia sfida con il Tuttocuoio, squadra toscana ricca
di talenti,che però si deve piegare ai rossoazzurri prima fuori casa
perdendo per 2-1 poi in casa, riuscendo solo a trovare un pareggio. Ai
quarti il Catania ha incontrato  il Matera squadra ostica, prima nel girone
D, già sfidata nella regolar season e superata con ben due vittorie.
A Torre del grifo la partita d’andata è stata vinta dagli ospiti per 1-0,
con una rete a metà ripresa, proprio mentre gli etnei si stavano esprimendo
al meglio. Il ritorno di disputerà sabato prossimo e i ragazzi di  Giovanni Pulvirenti
hanno tutte le possibilità per pareggiare e ribaltare il risultato di ieri.
I rossoazzurri adesso cercano solo di superare questo ostacolo, che li
porterà nella “final fuor ,per conseguire la gioia della vittoria
finale coronata anche dall’incontro con il Papa che avverrà in caso di
superamento dei quarti.
S.B.
Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi