CATANIA – “Questa è una categoria bastarda: abbiamo perso una partita in modo incredibile mentre stavamo attraversando forse il miglior momento della stagione. Ancora adesso, a freddo, è difficile spiegarsi il perché: eravamo in superiorità numerica e invece abbiamo giocato una partita bruttissima e l’abbiamo persa meritatamente. Forse qualcuno pensa che possa essere tutto rose e fiore, invece in Lega pro non è così, tutt’altro. Questa esperienza deve servirci da lezione, dobbiamo fare un mea culpa collettivo”. Così Pietro Lo Monaco torna sullo scivolone del Catania in Puglia, dove la squadra di Rigoli si presentava forte di una bella prestazione contro il Catanzaro (terza vittoria consecutiva al Massimino) e cominciava a puntare l’obiettivo da tre punti in trasferta e, invece, ha interrotto la lunga striscia positiva di pareggi.

“La sconfitta è arrivata nel momento sbagliato, ma spero non abbia ripercussioni psicologiche. Siamo caduti, ma abbiamo l’obbligo di rialzarci subito già sfruttando al meglio l’incontro interno con la Vibonese. Sarà la prova che abbiamo calciatori e uomini di sostanza. Ribadisco che abbiamo un organico di ottimo livello, ma anche qualche elemento che ancora non è pronto”.

  • Direttore di chi le responsabilità maggiori per il passo falso a Francavilla?

“Di tutti, lo ripeto. Non ci sono innocente: abbiamo sbagliato noi società, i calciatori sul campo, la guida dalla panchina. Sapevamo che era un campo difficile anche dal punto di vista materiale e anche alla superiorità numerica non c’è stata la giusta reazione. Ma questo non cambia i nostri obiettivi: arrivare ai play off”.

  • Mercato di gennaio con quali novità?

“Abbiamo un organico ampio e dobbiamo necessariamente sfoltirlo a cominciare da quegli elementi che non sono ancora pronti per la categoria. Abbiamo già le idee chiare anche sulle operazioni in entrata. Così come altri calciatori anche Ciccio Lodi vorrebbe tornare con noi dove ha giocato campionati importanti: vuol dire che abbiamo seminato bene, ma merita di continuare a giocare in A o in B. E poi siamo coperti bene a centrocampo”. Queste le dichiarazioni dell’amministratore delegato in sala conferenze a margine della presentazione dell’accordo con Lyoness Italia, la shopping community internazionale, rappresentata Edoardo Moretti e dal catanese Claudio Greco, responsabile del progetto in Sicilia.

“Peccato per la sconfitta a Francavilla, ha interrotto un periodo ottimo per noi – ha dichiarato il difensore Dario Bergamelli, che domenica sarà regolarmente in campo dopo aver scontato il turno di squalifica -. Consideriamolo un incidente di percorso, ma di sicuro dobbiamo avere più continuità in trasferta, così come siamo riusciti ad averla in casa. Dobbiamo ancora migliorare sulle palle inattive”.

Dal Giornale di Sicilia

Nella foto di calciocatania.it Pietro Lo Monaco

 


-- SCARICA IL PDF DI: Calcio Catania, Lo Monaco: "Categoria bastarda, a Francavilla colpa di tutti" --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata