Daniele Lo Porto

CATANIA – Prima giornata di calciomercato invernale senza colpi di scena. Molte squadre hanno necessità di rivedere gli organici a disposizione dei propri tecnici, ma di soldi ce ne sono pochi e le operazioni più plausibili appaiono i prestiti o le contropartite tecniche. Nessuno per altro vuole dimostrare fretta per non fare aumentare le quotazioni dei calciatori che interessano. Il Catania dovrà “movimentare” almeno dieci calciatori tra ingressi e uscite: la rosa va qualificata e sfoltita per affrontare con la massima concentrazione possibile il girone di ritorno e i play off.

C’è da puntellare un po’ tutti i reparti. L’unica, assoluta, certezza fino ad ora è stata rappresentata di Pisseri che ha dimostrato di essere il migliore portiere della categoria, fama con la quale è arrivato a Catania, e da solo ha blindato il risultato in più di una occasione. Altro elemento affidabile è Dario Bergamelli, ma la sua posizione contrattuale non escluderebbe una partenza anticipata. Il difensore centrale, infatti, è in scadenza, il tempo trascorre e non sembra che procuratore e società abbiamo discusso del futuro. La Cremonese, squadra nella quale Bergamelli ha già giocato, avrebbe fatto un sondaggio. E’ certo che se il centrale dovesse andare via dovrebbe essere sostituito con altri elemento affidabile perché Bastrini quando è stato utilizzato ha dimostrano di non essere sempre pronto a reggere il reparto.

Probabile rivoluzione anche in attacco dove Calil, Paolucci e Piscitella hanno deluso, soprattutto i primi due. Riuscirli a piazzare altrove non sarà facilissimo, non solo per l’ingaggio pesante di Calil e Paolucci, ma anche per le prestazioni non proprio esaltanti. Calil potrebbe finire al Nord, tra Pordenon e Padova, mentre Paolucci è seguito da Sambenedettese e Fidelis Andria, ma quest’ultima società avrebbe puntato anche Anastasi, che fino ad ora in rossazzurro ha fatto poco più che la comparsa.

Su chi potrebbe venire a Catania ci sono ben poche certezze. Demiro Pozzebob del Messina potrebbe essere l’elemento giusto, al Massimino fece ammattire i difensori avversari, e pace anche l’ex giallorosso Costa Ferreira, adesso alla Virtus Entella. Si raffredda, infine, la pista che porta a Leonardo Perez dell’Ascoli, che ha rifiutato il Piacenza e sembra interessato a concludere il campionato in bianconero.

 Dal Giornale di Sicilia

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi