Daniele Lo Porto

CATANIA – Ricorda Pasquale Marino ed è anche questo il motivo per cui Pietro Lo Monaco lo ha scelto. Soprattutto è “terrone”, nella concezione della premessa che il lavoro duro è premessa indispensabile per fare bene e lui, in questi anni, compresa l’ultima stagione, ha fatto bene, anzi benissimo.

Pino Rigoli si presenta a Torre del grifo con l’orgoglio del terrone e con l’orgoglio del catanese che allena la sua squadra perché lui è catanese. La biografia indica l’origine messinese, Raccuja, ma già da ragazzino è cresciuto da queste parte, si è forgiato uomo sul basolato lavico di via Etnea e ormai vive stabilmente a Nicolosi, così vicino che al centro sportivo potrebbe venire di corsa, tanto per mantenersi in forma.

Presente il suo “vate” Lo Monaco e il direttore sportivo Argurio il neo mister non ha nascosto la felicità di poter allenare la squadra dei suoi sogni. Due anni di contratto per arrivare in B e poi, chissà, per continuare insieme verso la massima serie dove la squadra rossazzurra dovrebbe arrivare entro quattro anni, secondo la tabella di marcia del capostazione di Torre Annunziata, uno che i treni non li fa deragliare, ma li porta in stazione addirittura in anticipo.

D’altronde la sveglia, anzi la carica, Pietro Lo Monaco la suona alle sei del mattino, quando ha ritenuto opportuno dare la buona notizia a Rigoli: “Mister, è dei nostri!”, frase che ha provocato due notti in bianco per il “provinciale” Rigoli, pronto però a vivere alla grande questa prima esperienza in una grande città e in un grande club.

Intanto, stipendi pagati e possibilità di iscrivere la squadra al prossimo torneo di Lega pro, mentre i creditori si fanno avanti: dal preparatore atletico, recordman di infortuni, Ventrone (190.000 euro) al Racing che reclama la rata per l’acquisto di Lucas Castro (500.000).

E per quanto riguarda il prossimo organico risolto il problema portiere, dopo le deludenti prestazioni di Liverani e Bastianoni: arriva Matteo Pisseri, protagonista di un ottimo campionato tanto da attirare l’attenzione di club di serie B. Per lui contratto biennale.

E presto potrebbe far parte dei quadri tecnici, con un ruolo di “preparatore degli attaccanti” il bomber Gionatha Spinesi.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi