Daniele Lo Porto

CATANIA – Ha salutato tutti con un sorriso, una stretta di mano vigorosa e un rammarico: non aver visto la città, perché nei suoi tre mesi in rossazzurra ha fatto clausura a Torre del grifo. Anche per questo, anche, vorrebbe tornare. Francesco Moriero non ha maia nascosto la sua ambizione o speranza di essere confermato sulla panchina del Calcio Catania. Le prime mosse per programmare il futuro del cominceranno proprio dalla panchina. Moriero  ha  concluso una stagione da infarto in rossazzurro e vorrebbe ricominciare da qui con un progetto nuovo e ambizioso: da allenatore della salvezza a quello della promozione.

Toccherà al tecnico, nuovo o confermato, verificare subito chi del vecchio organico potrà restare per essere utile al progetto promozione. Non è che siano tanti i rossazzurri contrattualizzati per più di una stagione, tra questi il capitano Caetano Calil, girone d’andata positivo, ritorno da dimenticare, bersaglio preferito dei tifosi, i pochi che hanno continuato a vedere le partite allo stadio. Dario Bergamelli, difensore impavido, meriterebbe di restare, invece, non solo in forza di un contratto che lo lega fino al 2017, ma per la continuità, tra i pochi sismi, che ha saputo dimostrare. Molti altri sono venuti in prestito e torneranno senza alcun rimpianto alle loro società di appartenenza, mentre qualche giovane come Barisic o Di Grazia, che si sono messi in luce, potrebbero essere ulteriormente valorizzati.

Il futuro del Calcio Catania è, inevitabilmente, vincolato a una eventuale cessione del pacchetto azionario. Nino Pulvirenti vuole vendere, ma si deve presentare un compratore serio. Il messicano Vergara sembra fare un passo avanti e uno indietro e ancora non è uscito allo scoperto. Dietro le quinte ci sarebbe pronto Pietro Lo Monaco, principale protagonista del “miracolo Catania”, che si è insabbiato dopo  le esperienze negative col Palermo, Genoa e Messina e, quindi, in cerca di  riposizionarsi.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi