Il Calcio Catania ancora nell’occhio del ciclone. Dopo i fattacci estivi, il processo sportivo, la penalizzazione di nove punti e poi l’aggiunta di altri due per mancati pagamenti, in arrivo un altro deferimento per la società rossazzurra, questa volta per la mancata consegna alla Lega dei documenti di attestazione dei pagamenti ai propri tesserati fino al mese di aprile 2015 da parte dell’allora amministratore delegato Pablo Cosentino. Il sodalizio etneo potrebbe essere ancora penalizzato (un punto) o potrebbe “semplicemente” essere multato. Di seguito il comunicato ufficiale della FIGC:

Il Procuratore Federale, a seguito di segnalazione della CO.VI.SO.C., ha deferito al Tribunale Federale Nazionale Sezione Disciplinare la società Calcio Catania “per rispondere, a titolo di responsabilità diretta, del comportamento posto in essere dal sig. Pablo Gustavo Cosentino, all’epoca dei fatti in contestazione legale rappresentante pro-tempore della società, per non aver depositato presso la Lega Nazionale Professionisti Serie B, entro il termine del 25 giugno 2015, la dichiarazione attestante l’avvenuto pagamento degli emolumenti dovuti, fino al mese di aprile 2015, ai propri tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi