20151025_145144[1]E’ finita con la passerella di tutti i calciatori rossazzurri sotto la Curva Nord, già direttamente omaggiata dalle esultanze di Calil e Calderini, in occasione delle prime due reti. Alla Sud solo un saluto, o poco più, troppo distante  e poco caloroso, almeno così lo hanno ritenuto i gruppi organizzati della stessa Sud. A fine partita, quindi, sono rimasti dietro la vetrata, prima richiamando l’attenzione degli steward, poi cominciando a protestare. Cuori teneri i  fedelissimi del settore, teneri e gelosi. Per fare pace sono stati richiamati frettolosamente in campo alcuni calciatori, quelli che ancora non si erano concessi il tepore della doccia: in maglietta, slip e ciabatte Nunzella,  Sessa, Di Grazia e altri panchinari sono andati sotto la Sud: scuse, complimenti, abbracci simboli a distanza e, infine, tutti a casa. Stressati e contenti.

Daniele Lo Porto

 

Scrivi