CATANIA – Pericolo scampato per il Catania, ma già lo aveva preannunciato l’amministratore delegato Pietro Lo Monaco nel corso della conferenza stampa. La Procura federale ha chiesto solo un’ammenda a carico del club rossazzurro, nessuna penalizzazione in punti, quindi, per due partite finite nel calderone de “i treni del gol”. I due incontri sono Brescia-Catania e Bologna-Catania del campionato di serie B, rimaste fuori dal procedimento sportivo che ha portato alla retrocessione in Lega pro.

Ma le due gare facevano parte del fascicolo della Procura della Repubblica di Catania. Per quanto riguarda Brescia-Catania, l’accusa sostiene che il club abbia violato i doveri di lealtà sportiva. Più gravi le contestazioni su Bologna-Catania, in cui l’imputazione è di illecito sportivo. Se la prima violazione è punibile con massimo un’ammenda, per la seconda , ma evidentemente secondo il nuovo procuratore federale, Giuseppe pecoraro, non ci sono elementi di tale gravità da potere richiedere il massimo della sanzione.

Ma, intanto, si avvicina il derby contro il Messina. Catania in campo nel pomeriggio, di ieri, a Torre del Grifo. Il secondo allenamento settimanale in sede è iniziato con una sessione di lavoro neuromuscolare in palestra, seguita da esercitazioni finalizzate alla cura delle conclusioni in porta e da una partitella su metà campo. In chiusura, approfondimenti tattici per il reparto offensivo. Caetano Calil si è allenato regolarmente con i compagni per l’intera durata della seduta e potrebbe essere, quindi, disponibile, anche se la maglia da titolare è contesa da almeno tre giocatori, che potrebbero dare più incisività all’attacco rossazzurro, alquanto spento nell’ultimo mese. E’ proprio il settore offensivo quello che, fino ad ora, ha maggiormente deluso, come ha dovuto ammettere lo stesso Lo Monaco. Delusione giustificata dal numero esiguo di reti realizzate, appena 5, e da un potenziale che dal punto di vista numerico e qualitativo forse non ha nessun altro club di Lega pro. Oggi appuntamento in campo alle 15.00.

Sarà il signor Antonello Balice, della sezione A.I.A. di Termoli, l’arbitro di Catania-Messina, valida per l’ottava giornata, domenica 9 ottobre alle ore 16.30 allo stadio “Angelo Massimino”. Con il direttore di gara, gli assistenti Matteo Benedettino (Bologna) e Giuseppe Scarica (Castellammare di Stabia).

Torta rossazzurra, infine, per Orazio Russo che ha festeggiato 43 anni. Calorosi auguri al responsabile dell’attività di base del settore giovanile da parte della società e dell’intero ambiente catanese.


-- SCARICA IL PDF DI: Calcio Catania, un'altra fermata ma senza danni del Treno del gol --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata