Terlizzi (poi espulso) e Pagliarulo per la prima vittoria stagionale dei granata sui ripescati biancorossi

di Gianluca Virgillito

TRAPANI – Cuore, passione e grinta gli ingredienti che il Trapani ha messo in campo contro il Vicenza per la prima gara stagionale al Provinciale. Una partita decisa nel bene e nel male dalla difesa granata.

Non c’è il tutto esaurito al Provinciale, ma i tifosi riservano comunque un saluto travolgente ai propri beniamini, sostenendoli senza sosta.

Squadra di casa subito in vantaggio con Terlizzi, abile a colpire di testa su angolo di Scozzarella: Bremec battuto e partita subito in discesa. Il primo tempo del match ha messo in mostra per la squadra di Boscaglia un pacchetto di centrocampisti di grande valore, con gli esterni Basso e Nadarevic che hanno spinto con grande intensità. Specialmente il secondo ha smistato palloni al centro dell’aria di rigore con grande continuità, dimostrando di essere un giocatore importante per la categoria. Anche Scozzarella, autore di un assist e di azioni interessanti è una nota lieta del nuovo Trapani. Un gioco totale, in cui tutti i giocatori danno il loro contributo. Mancosu a secco ma sempre importante nella costruzione delle azioni più pericole.

Il Vicenza, comunque, non è stato a guardare. La coppia d’attacco Cocco-Maritato ha creato qualche problema alla retroguardia siciliana, che si è salvata anche grazie alle parate di Marcone (in particolare su Maritato), che conferma la sua bravura dopo l’ottima (e fortunata) partita giocata contro il Pescara in Abruzzo.

Al cinquantasettesimo il Trapani si butta da solo la zappa sui piedi: Terlizzi colpisce un avversario con una gomitata e viene espulso. Qualche minuto dopo, al sessantunesimo, i biancorossi riescono a pareggiare, con un altro colpo di testa di Cocco. Uno a uno e tutto, ma proprio tutto, da rifare. Nonostante l’inferiorità numerica, e una decina di minuti di fisiologico sbandamento, in cui il Vicenza sembrava poter addirittura agguantare l’intera posta in palio, il Trapani mette in campo gli attributi. Boscaglia mette ordine inserendo il difensore Caldara al posto di Nadarevic. Pian piano, sospinta dall’incessante tifo del Provinciale, la squadra riesce a mettere nuovamente sotto gli avversari. Ci provano Mancosu, Falco e Scozzarella, ma alla fine è ancora un difensore a mettere la firma sulla partita. Capitan Pagliarulo all’ottantacinquesimo la mette dentro e fa esplodere lo stadio di gioia. Finisce così: il Trapani intasca tre punti e si porta a quattro in classifica. Ancora troppo presto per capire dove possa arrivare questa squadra. Una cosa è certa: i granata hanno dimostrato di avere ancora fame di successi.

 TRAPANI: Marcone, Lo Bue, Pagliarulo, Terlizzi, Rizzato, Basso (Feola 89°), Ciaramitaro, Scozzarella, Nadarevic (Caldara 61°), Falco (Aramu 86°), Mancosu. A disposizione: Ferrara, Daì, Pastore, Zampa, Abate, Citro. All. Roberto Boscaglia

VICENZA: Bremec, El-Hasni (Garcia 69°), Gentili, Camisa, Laverone, Brighenti, Cinelli, Gerbaudo (Spiridonovic 72°), Sbrissa, Maritato (Alhassan 82°), Cocco. A disposizione: Vigorito, Truant, Calzi, Urso, Giacomelli, Bartulovic. All. Giovanni Lopez

ARBITRO: Federico La Penna di Roma 1; ASSISTENTI: Lorenzo Gori di Arezzo e Vincenzo Soricaro di Barletta; QUARTO UOMO: Rosario Abisso di Palermo

RETI: 4° Terlizzi, 61° Cocco, 85° Pagliarulo. AMMONITI: Basso, Lo Bue (T), Cocco, Gentili, Garcia (V) ESPULSI: Terlizzi (57°) SPETTATORI: 4792

Scrivi