La notizia tanto attesa è arrivata. Il Città di Scordia è stato ripescato nel Campionato Nazionale di serie D. A comunicarlo ieri pomeriggio è stata la Lega Nazionale Dilettanti. Dopo quello sfortunato 12 aprile, quando la squadra guidata dal trainer Natale Serafino perse la promozione negli ultimi 30 secondi della sfida contro l’Igea Virtus di Barcellona Pozzo di Gotto e dopo la partecipazione ai play-off è finalmente arrivata la notizia attesa da tutta la tifoseria rossazzurra. Grande la soddisfazione del presidente Rosario Gallo e di tutta la dirigenza dello Scordia, che hanno sempre creduto nel ripescaggio. Il sogno si è avverato. Lo Scordia entra nel calcio che conta con grandi meriti.La notizia era nell’aria già da qualche giorno ed i vari indizi la rafforzavano ora dopo ora, fino a darla certa già nella tarda mattinata di oggi. La società rossazzurra è rimasta con i piedi per terra, sempre con la stessa fiducia e pazienza dimostrata fin dal momento della presentazione della domanda di ripescaggio.
Il boato, sia nel comune calatino e sia sui social network, è scoppiato poco prima delle ore 17 con la pubblicazione del Comunicato Ufficiale numero 67 da parte della Lnd.
Tifoseria in festa per le strade e le piazze di Scordia. E probabilmente la dirigenza organizzerà un incontro per festeggiare il tanto agognato salto di categoria.
Ammesse in serie D anche Liventiva Gorghense, Luparense San Paolo, Monticelli, Polisportiva Olympia Agnonese, Ghivizzano Borgoamozzano, Derthona, Folgore Caratese e Asd Socio Culturale Castiada. Per il Città di Scordia è l’esordio assoluto in serie D. E la società, in questo periodo, non è stata affatto a guardare. Lanciata già la campagna abbonamenti per la stagione 2015-2016. L’organico è stato rinforzato con innesti di qualità e riconferme importanti.

Scrivi