ROMA – Dal nostro inviato

E’ la vigilia di Roma – Verona, gara che può valere la quinta vittoria di fila in campionato ma soprattutto che avvicina alla super settimana in cui i giallorossi sfideranno prima il Manchester City in Champions League e poi la Juventus di Allegri a Torino nel prossimo turno di campionato, nella sfida verità che darà chiare indicazioni su quale delle due sarà la favorita numero 1 per lo scudetto. Ecco che per Rudi Garcia ed i suoi diventa fondamentale vincere sabato per arrivare alla sfida di Torino comunque da capolista e per aumentare l’autostima in vista della trasferta inglese.

Ma domani sarà un giorno speciale per la Roma ed i suoi tifosi: il simbolo della squadra ed il capitano Francesco Totti compirà 38 anni, e mister Garcia non ha risparmiato elogi per lui come professionista esemplare. “Non ditegli che compie 38 anni! Non dobbiamo dire a Francesco l’età che ha, pensa di avere 28 anni – ha scherzato con i giornalisti in conferenza stampa – è un giocatore fondamentale, enorme. Sul piano fisico è una forza della natura, ma soprattutto ha una personalità enorme, perché non può durare così tanto ed in questo stato un calciatore se non fa l’allenamento invisibile, quindi fuori dal campo, di cui parlavo l’altro giorno. Francesco deve essere da esempio per tutti. Domani è il suo compleanno ma non vi dico se giocherà o meno…lo saprà un’ora e mezza prima di scendere in campo come tutti”. Sulla squadra che scenderà in campo, possibile novità dal primo minuto potrebbe essere l’impiego di Paredes che scalpita per una maglia da titolare e Florenzi che vorrebbe bissare l’ottima prestazione contro il Cagliari. Ottime notizie dagli infortunati De Rossi e Iturbe, con il primo che potrebbe rientrare già prima della sosta per la Nazionale e scendere in campo contro la Juve mentre Iturbe è apparso in netto miglioramento durante l’allenamento personalizzato con il preparatore atletico, mostrando un recupero che potrebbe avere tempi più brevi del previsto.

Il rischio che il Verona possa essere sottovalutato a causa degli impegni della settimana prossima è una ipotesi che Garcia non prende in considerazione: “I giocatori hanno già dimostrato che sono con la testa al 100% sul campionato e sulla gara che si sta disputando nel momento in cui sono in campo. Non pensiamo ad altro che a partita dopo partita. Non esistono altre squadre, c’è solo il Verona adesso”.

Scrivi