ROMA – Dal nostro inviato

La Lazio ingrana la terza. Dopo il posticipo della decima, la squadra di Pioli si ritrova a tre punti dagli acerrimi nemici della Roma ed al terzo posto della classifica assieme alla Sampdoria. Il 4-2 maturato contro il Cagliari di Zeman dimostra quanto detto in settimana da Pioli sul percorso di crescita dei suoi, che hanno conquistato 16 punti nelle ultime sei gare di campionato. La partita si sblocca quasi subito, grazie ad un gol del capitano Stefano Mauri dopo sei minuti. Ma il tre è ricorrente nella serata biancoceleste, e nel giro di tre minuti Miro Klose chiude la partita con una doppietta siglata al 24′ ed al 27′. Sembra che il Cagliari possa andare incontro ad un’imbarcata ma ad inizio ripresa accorcia quasi subito le distanze con la sfortunata autorete di Braafheid. Quando i sardi restano in dieci per l’espulsione di Ibarbo sembra tutto ancora più facile ma l’ingresso con gol quasi immediato di Joao Pedro all’84’ fa correre i brividi a Pioli ed a tutto lo stadio con un finale trilling ma al terzo minuti di recupero Ederson timbra il cartellino con il definitivo 4-2.

“Il merito e’ dei giocatori che hanno sposato il nostro metodo di lavoro. Tutti devono continuare così – ha dichiarato Pioli – siamo stati chiari da subito a dichiarare il nostro obiettivo. Stiamo ad un buon livello, ma si puo’ ancora migliorare. La Lazio stasera ha dimostrato di avere un potenziale offensivo importante. Adesso dobbiamo già pensare alla prossima sfida che sarà difficile. Vogliamo continuare la nostra striscia positiva”.

Scrivi