di Gianluca Virgillito

MASCALUCIA – Catania chiamato a vincere. Pellegrino all’ ultima (probabile) chiamata per tenersi stretta la panchina. Alla vigilia della difficile trasferta rossazzurra sul campo del neopromosso Perugia si respira un clima da “notte prima degli esami” per l’allenatore siracusano, intervenuto in conferenza stampa per presentare la prossima, decisiva partita:

“Fa parte del gioco del calcio il fatto che molti allenatori si professino contenti di allenare il Catania. Ciò che mi da fastidio è che alla prima difficoltà si parli già di disastro: è eccessivo! Mi dispiace di non poter dire di aver fatto più punti ed è vero che dobbiamo dare una risposta importante ai tifosi delusi. In questo momento ciò che conta è portare a casa i punti! Ci facciamo carico di questa responsabilità.

Adesso dobbiamo dimostrare di aver capito quali errori sono stati fatti e sbagliare meno. La posizione di Rosina? Credo sia importante parlare della partita, del collettivo e non dei singoli, comunque sia, indipendentemente dalla posizione in campo, Rosina ci ha aiutato moltissimo nelle prime due gare, dimostrando di essere un giocatore importante, anche se abbiamo preso soltanto un punto e abbiamo subito sei goal.

Dobbiamo essere più squadra nei momenti decisivi della partita. Negli incontri precedenti abbiamo disputato ottimi primi tempi, ma nei secondi quarantacinque minuti abbiamo sbagliato, credendo di avere in tasca la vittoria.

Il Perugia? Hanno entusiasmo e una buona intensità di gioco: è un’opportunità importante di andare a vincere un match decisivo. Ho visto le loro precedenti gare e ho visto che come tutte le squadre, anche loro concedono qualcosa: dobbiamo essere bravi ad approfittarne!

La formazione? Quello che posso dire è che avremo un atteggiamento diverso. Almiron? Non parlo degli assenti”.

A proposito di assenti, il tecnico etneo ha convocato 22 giocatori in vista del delicato incontro del “Renato Curi”: mancano ancora Rolin e Almiron. Sauro squalificato.

PORTIERI: Anania, Frison, Ficara

DIFENSORI: Capuano, Gyomber, Monzon, Spolli, Parisi, Peruzzi

CENTROCAMPISTI: Calello, Castro, Chrapek, Escalante, Garufi, Jankovic, Martinho, Rinaudo

ATTACCANTI: Calaiò, Cani, Marcelinho, Rosina, Leto

Scrivi