di Gianluca Virgillito

MASCALUCIA – Consueta conferenza stampa pre partita per Giuseppe Sannino, pronto a sedersi per la prima volta sulla sua panchina al Massimino. Quella contro il Modena di Novellino sarà una gara determinante per capire se la scossa dettata dal cambio di allenatore, ed i primi stimoli del vulcanico tecnico ex Varese e Palermo hanno avuto effetto.

“Tre giorni di allenamento sono troppo pochi per dare una nuova impronta alla squadra: si vede ancora la mano di mister Pellegrino. Io ho lavorato sulla testa dei ragazzi perchè sarà fondamentale avere il giusto atteggiamento per sconfiggere il Modena.

I canarini sono una buona squadra, conosco alcuni giocatori e il loro allenatore, Novellino, è uno che sa mettere bene la squadra e sa lavorare con i ragazzi. Loro hanno anche il vantaggio di conoscersi bene, visto che lavorano assieme da due anni. Noi abbiamo i calciatori per fargli male. Tutti dovranno difendere e attaccare. Non sarà facile ma noi dobbiamo faticare per vincere e raggiungere i nostri obiettivi.

Ho parlato con i ragazzi e ho spiegato loro che sulle proprie teste gravano le aspettative di un’intera città: tifosi e società in testa.

Gli infortuni non mi preoccupano: chiunque scenderà in campo dovrà farlo per vincere. Anania? Un portiere d’esperienza, ci sarà utile. Rosina? Troverà lui la posizione migliore per giocare.

La squadra è ben assortita, giocatori esperti e giovani creano un mix che devo gestire. La rosa è costruita per vincere. Possiamo sbagliare i passaggi ma mai l’atteggiamento. Domani aprirò la gabbia e loro usciranno fuori, con la grinta che serve”.

(foto da ilcalciocatania.it)

 

Scrivi