di Gianluca Virgillito

MASCALUCIA – Vigilia di campionato per il Catania che dopo il pareggio in extremis contro il Crotone cerca il riscatto nel match del Massimino contro il Pescara e consueta conferenza stampa per mister Sannino.

“Forse possiamo parlare di partita tra squadre deluse, mi sembra presto, però, per dare aggettivi.

Arriviamo alla gara con qualche difficoltà, siamo in una condizione particolare, in piena emergenza. Dopo la partita contro il Crotone i ragazzi devono confermare le cose buone e fare altri passi avanti. L’aver subito il goal alla fine può essere un ulteriore motivo per i ragazzi per essere coesi in vista del Pescara. Speriamo che domani sia il giorno per ricominciare a sorridere.

Purtroppo gli infortunati non recuperano. Voglio comunque in campo una squadra equilibrata, anche se le assenze ci impediscono di giocare al massimo delle nostre possibilità. Quando recupereremo tutti sarà un Catania diverso. Sarà una partita difficile tra squadre che vivono momenti simili. Dobbiamo essere capaci di tirar fuori il carattere.

In campo vorrei una difesa sempre alta, ma per stare così in campo c’è bisogno di sicurezza e personalità. Nonostante stiano facendo tutti bene si vive il momento con un pò di apprensione. Stiamo cercando di far cambiare mentalità a questa squadra. Dieci giorni di lavoro sono pochi per rimettere tutto a posto.

Almiron? Da un anno e mezzo scalpita per rientrare. Quando ci saranno le possibilità per vederlo in campo con continuità ne riparleremo.

Garufi? Un ottimo ragazzo, ma in Serie B bisogna diventare presto uomini. Sbagliano anche i grandi.

Bisogna arrivare alla partita con la giusta mentalità, approcciando bene la gara. Studiamo gli avversari ma ciò che conta è capire come noi dobbiamo affrontare il match”.

Scrivi