ROMA – Dal nostro inviato Alessandro Ferro

“Abbiamo chiuso il libro della Champions e da giovedì mattina riaperto quello del campionato. Lo switch da una competizione all’altra deve essere la qualità di questo gruppo”. Sa il fatto suo Rudi Garcia, che poche ore dopo l’abbuffata di gol ai malcapitati russi del CSKA Mosca nella prima partita del girone di Champions, vuole dimenticare in fretta la fresca sbornia di gol per rituffarsi in campionato e far  rimanere concentrata la squadra in vista della sfida interna contro il Cagliari. Obiettivo della Roma, continuare il trend di vittorie provando a vincere la terza partita consecutiva ed approfittare dello scontro diretto tra Milan e Juve che toglierà punti ad una delle due. ” Forse è meglio un pareggio quando due concorrenti dirette si incontrano  – ha continuato Garcia. Faremo di tutto per essere a 9 punti domani sera. Roma e Juve dovrebbero ancora essere le protagoniste del campionato, ma non dimentichiamoci di Napoli e Fiorentina e di Inter e Milan alla luce di quello che stanno facendo. E’ una bella cosa per la gente un campionato così, con tutte queste squadre che lottano per il vertice. Noi dobbiamo solo guardare le nostre partite ed andare avanti lottando fino alla fine per questo campionato che si preannuncia come una maratona”. L’infermeria registra due importanti defezioni in difesa, Castan ed Astori, che saranno rimpiazzati da Manolas e Yanga Mbiwa, già ben inseriti negli schemi di Garcia. Per il resto formazione confermata con Cole e Maicon sulle fasce, Nainggolan, De Rossi e Pjanic in mezzo al campo e Gervinho, Totti e Florenzi in avanti, con quest’ultimo che prende il posto dell’infortunato Iturbe.

Ottimismo anche in casa Lazio dopo la convincente vittoria interna di domenica scorsa contro il Cesena. La non facile trasferta di Genova sarà affrontata con grinta e carattere dai biancocelesti come promesso dall’allenatore Pioli. “Abbiamo grande rispetto per il Genoa ma vogliamo provare a fare la partita con umiltà e molta determinazione. Ha perso in casa negli ultimi minuti contro una grande squadra quotata come il Napoli, ma domani dobbiamo comandare il gioco ben sapendo però che non sarà possibile farlo per 95 minuti”. Buone notizie giungono soprattutto dal recuperato Marchetti che partirà con la squadra, Pioli non ha svelato la formazione facendo però intendere un ballottaggio in attacco tra Djordjevic e Klose con il primo destinato ad una maglia da titolare, mentre Candreva e Keita sono sicuri dei loro rispettivi ruoli. Detto di Marchetti, rientrante ma in panchina, tra i pali andrà Berisha, difesaa a 4 con il debutto di Braafheid a sinistra per l’infortunato Radu, coppia di centrali composta da Gentiletti e De Vrij, terzino destro Basta. A centrocampo Lulic, Biglia e Parolo.

Uno dei due posticipi della terza giornata di serie A andrà in scena al Renzo Barbera tra Palermo ed Inter. I rosanero sono decisi a riscattare davanti al proprio pubblico la sconfitta di Verona e smuovere la classifica in cerca dei primi tre punti della stagione. Il compito non sarà facile contro la lanciatissima Inter di questo primo scorcio di stagione. Iachini punterà sul solito 3-5-2 con Dybala e Vazquez pronti a far male alla difesa interista ancora imbattuta.

 

Scrivi