CALTAGIRONE −Ieri, personale del Commissariato di P.S. di Caltagirone ha proceduto all’esecuzione per l’applicazione della custodia cautelare in carcere nei confronti dei pluripregiudicati Francesco Cannizzo, e Dario Bellocuore, perché responsabili del delitto di tentata estorsione aggravata in concorso.

CANNIZZO Francesco

Francesco Cannizzo

In particolare, lo scorso 2 settembre una volante del citato Commissariato, nel transitare da una via di quel centro, ha notato la presenza di una bottiglia incendiaria con lo stoppino acceso, posta davanti la saracinesca chiusa di un esercizio commerciale. Insospettitisi del ritrovamento hanno contattato il titolare della predetta attività, il quale, sebbene terrorizzato per l’accaduto, ha denunciato due soggetti, a lui noti in quanto conosciuti in paese per il loro curriculum criminale di tutto rispetto.

BELCUORE Dario

Dario Bellocuore

Grazie all’attento controllo del territorio da parte dell’equipaggio di Volante che, ritrovando la citata bottiglia incendiaria si è attivato nell’esperire ulteriori indagini contattando la vittima e rassicurandola, la quale, nonostante la paura, ha denunciato il fatto dichiarando che un paio di giorni prima gli arrestati si erano recati, presso la sua attività richiedendo espressamente del denaro, altrimenti le avrebbero bruciato tutto.

La determinazione della vittima ha così aiutato gli agenti ad assicurare alla giustizia i malviventi già con precedenti specifici.

Dopo le formalità di rito i due arrestati sono stati tradotti presso la locale Casa Circondariale a disposizione di questa A.G.

 

Scrivi