CALTAGIRONE − Dopo il dissequestro, avvenuto lo scorso mese di agosto, la  fornace Hoffman, il “gioiello” posto all’ingresso nord della cittadina, che alcuni anni addietro (2008-2009) era stata recuperata e ristrutturata dal Comune di Caltagirone con fondi europei, torna a “vivere”. La notte dello scorso Capodanno la fornace era stata chiusa dopo l’intervento della Polizia per l’asserita assenza delle prescritte autorizzazioni da parte del privato che vi aveva organizzato il cenone e il veglione di San Silvestro, bloccati poche ore prima del loro svolgimento.

Adesso che il bene è tornato nella piena disponibilità del Comune di Caltagirone, che ne è proprietario, quest’ultimo intende affidarla ai privati con l’obiettivo di creare “un museo moderno e contemporaneo, fortemente attrattivo anche per un pubblico non necessariamente legato a interessi culturali, in grado di intercettare la necessità di spazi di relazione e formazione e di costituire, se possibile, anche una fonte di opportunità di lavoro”. Il Comune, pertanto, con un avviso, invita i privati “alla manifestazione di interesse per l’assegnazione, mediante concessione, della gestione indiretta del Museo civico Hoffman”. Previsti anche attività collaterali e servizi aggiuntivi. C’è tempo sino alle 12 del 13 novembre. Per ulteriori informazioni sui contenuti dell’avviso, questo il link: http://www.comune.caltagirone.ct.it/comune.caltagirone.ct.it/index.php?option=com_content&view=article&id=6203:avviso-manifestazione-dinteresse-per-lassegnazione-mediante-concessione-della-gestione-indiretta-ad-un-soggetto-privato-del-museo-civico-hoffmann&catid=1008:avvisi-e-concorsi&Itemid=528

Il commissario straordinario del Comune Mario La Rocca sottolinea “le positive ricadute che, sotto molteplici aspetti, possono scaturire da una piena fruizione del bene in questione”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi