CALTAGIRONE – Le vie Cristoforo Colombo (circonvallazione di levante), Amerigo Vespucci e Ferdinando Magellano saranno più sicure con interventi che ne miglioreranno le condizioni, eliminando le fonti di pericolo che oggi interessano i giunti tecnici – in totale una settantina o poco più – posti lungo le tre arterie. E’ in dirittura d’arrivo un procedimento caratterizzato da un lungo percorso: è infatti in fase di pubblicazione, sulla Gazzetta ufficiale della Regione siciliana, il bando relativo alla gara d’appalto per lavori finalizzati al miglioramento delle condizioni di sicurezza nelle tre suddette arterie. Essa si fonda sul principio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, che consentirà di individuare l’impresa aggiudicataria secondo parametri e indicatori multidisciplinari che contemplano anche migliorie sull’appalto. Si tratta, insomma, di determinare un salto di qualità nella percorribilità e nella fruizione delle tre strade, che va al di là dei giunti stessi, comunque importanti e oggi causa di non pochi disagi, più volte segnalati dagli automobilisti.
Le somme complessivamente impiegate ammontano a 800 mila euro (480mila euro del Dipartimento regionale delle
Infrastrutture, della Mobilità e dei Trasporti, 320mila euro di cofinanziamento comunale con apposito mutuo), mentre l’importo dei lavori è di 617mila euro.
“Gli interventi – informa l’assessore comunale ai Lavori pubblici, Egidio Sinatra – prevedono la messa in sicurezza delle congiunzioni dei viadotti nei tre anelli viari, con la conseguente eliminazione degli inconvenienti a cui vanno purtroppo incontro gli utenti delle tre strade. Il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa seguito per l’appalto – aggiunge l’assessore – renderà possibili altri utili interventi che l’impresa affidataria potrà proporre e che serviranno, per esempio, a migliorare le condizioni di pavimentazione e guardrail”. Il sindaco Nicola Bonanno evidenzia “l’utilità dei lavori in questione a beneficio di tre significative arterie della nostra città, che serviranno a renderle più sicure e, quindi percorribili senza alcun disagio, come legittimamente auspicato”. Considerando i tempi tecnici necessari per l’espletamento delle procedure, a fine marzo si dovrebbe giungere all’aggiudicazione dei lavori, all’inizio dell’estate al loro avvio e alla fine del 2015 alla loro ultimazione.

Scrivi