Entra nel vivo la quarta edizione de “Il Tango delle Feste”, la kermesse tanghera organizzata dall’associazione culturale catanese “Caminito Tango” che, fra show, workshop e milonghe all’insegna della buona musica e degli ospiti internazionali, si concluderà il prossimo 6 gennaio 2015. Dopo le recenti e forti emozioni trasmesse sabato scorso dallo show di Joel Corbata e Lucila Cionci, il popolo tanguero siciliano guarda già avanti preparandosi ad accogliere ospiti provenienti da tante parti d’Italia, per incominciare per la Milonga degli Auguri, in programma sabato 20 dicembre dalle ore 21:00 nella Sala Danza CUS Cittadella Universitaria. Attesa per l’originale “Count Down” tanguero del 31 dicembre all’Empire di Catania (inizio alle 21:00). Un ricco buffet accompagnerà una “folla” delle grandi occasioni che aspetterà trepidante la fatidica mezzanotte dopo la quale si saluterà a passo di tango il nuovo anno. Spumante e auguri di rito e di nuovo in pista con le selezioni musicali tanguere e non solo (la notte di Capodanno tutto è permesso in milonga!) con un Dj set che vedrà alternarsi alla consolle MicMac e Pietro Cosimano. Ospiti speciali Ricardo Barrios e Laura Melo, attesi dall’uno al sei gennaio prossimo, protagonisti del grande show del Gran Galà del Primo Gennaio a Palazzo Biscari (dalle 21:30) un luogo dove eleganza e stile convivono per accogliere il tango nella sua naturale cornice. “Ancora una volta – dice Elena Alberti, presidente di CaminitoTango – un grande evento che unirà con un filo sottile Catania a Buenos Aires: non un evento sul tango ma un evento con il tango”.Ricardo Barrios e Laura Melo 2

Ricardo e Laura (nella foto) terranno, poi, preziosi workshops presso il Centro Projecto Tango di via della Scogliera 18, ogni giorno dal 2 al 6 gennaio dalle 20:00 alle 23:00. Per Catania una grande opportunità per vedere all’opera due “mostri sacri” del tango internazionale e per carpire, il più possibile, segreti che arricchiscano il bagaglio di conoscenze tanghere di ogni appassionato per ogni livello. Nel corso dei workshops i due argentini si avvarranno dell’assistenza di Angelo e Donatella Grasso, gli insegnanti catanesi dell’Accademia Projecto-Tango

“Workshops esclusivi – dice Angelo Grasso, direttore artistico di CaminitoTango – in cui i due artisti e maestri contribuiranno a ‘spiegare’ il tango partendo dalla sua miscela di semplicità e complessità per permettere a chi ama il tango di viverlo pienamente, andando oltre la meccanicità di una mera esecuzione”.

Ancora una freccia scagliata dalla faretra di Angelo ed Elena, che rende Catania una delle principali capitali tanguere di livello internazionale.

A proposito dell'autore

nato a Catania nel 1965, dopo una vita passata in mezzo alla carta stampata, alle soglie del mezzo secolo si è lanciato in collaborazioni on line e radiofoniche. Viene definito “ping pong man” per il suo eterno vagare in terra italica. È molto narciso nel suo essere e fiero della propria voce e della criniera che (da buon leone) conserva e cura gelosamente. Da qualche anno si si applica, con costanza, per diventare un buon tanghero ma, forse, i risultati migliori li esprime nella scrittura.

Post correlati

Scrivi