Il Circolo Katana-Ognina domenica (26 Ottobre) ospiterà la consueta manifestazione regionale nello specchio d’acqua antistante il borgo marinaro catanese. Quattordici squadre isolane al via, dai nomi illustri, come Kst Siracusa, S.Nicola Palermo, Jomar Catania e, ovviamente, il club ospitante che presenterà nella formazione Senior, oltre ai componenti della prima squadra, anche i giovani che hanno brillato nelle finali scudetto di categoria.

Domenica 12 Ottobre, infatti, sotto il Ponte Vecchio a Firenze, lo Sport Club Ognina (NELLA FOTO) è giunta sino alla finale scudetto Under 21, la terza consecutiva per il circolo fondato da Filippo Aversa. Un traguardo di rilievo per una realtà giunta al ventesimo anno di attività e che ha sin qui raccolto grandi soddisfazioni grazie alla conquista di  tre scudetti,  di cui due Under 21. Ed è proprio in questo ambito, quello giovanile, che il sodalizio catanese continua a riscuotere successi grazie alla grande dinamicità di questi team, composti da ragazzi in continua crescita e quindi destinati a un inevitabile cambio di categoria.

Il “titolo” di vicecampione d’Italia, maturato al termine del concentramento di Firenze, costituisce certamente un ciclo “vincente” per lo S.C.Ognina. Ottimo il lavoro di Fabio Sauro, allenatore di punta del circolo, che ha sapientemente guidato la squadra fino alla finale con rimonte stupefacenti. Per Simone Mirabile, Loris D’Amico, Oliver Battaglia, Mattia Longo, Danilo Gallo, Gaspare Signorelli, Paolo Lo Bello e Gianmarco Aversa, indimenticabile la semifinale contro i liguri  dell`Arci Borgata Marinara (Lerici); sotto di due reti alla fine del primo tempo,  è arrivata la vittoria per 3-2 al Golden Goal. In finale i ragazzi dell’Ognina si sono arresi solo di fronte al più esperto CC Napoli, composto da giocatori che hanno disputato recentemente i mondiali in Francia.

La squadra è stata accompagnata dai dirigenti Alessandro Zinna ed Edoardo Finocchiaro che hanno espresso grande soddisfazione per il risultato ottenuto: “Fantastica affermazione, dedicata alle famiglie dei nostri ragazzi, a cui va il nostro ringraziamento per aver condiviso il progetto societario. La priorità rimane quella di avere atleti sani prima di essere campioni, perché le dinamiche di gruppo aiutano ad affrontare meglio la vita di tutti i giorni. Tutto questo è stato possibile grazie al nostro staff tecnico:  i nostri atleti, nella fase di avviamento vengono seguiti da un allenatore di grande esperienza come Giorgio De Guidi, coadiuvato da Marco Pollaci, giocatore di Serie A. Quindi  dopo la fase di introduzione, Fabio Sauro, tecnico formato e cresciuto all’interno della Società, (oggi membro dello staff della Nazionale Italiana) con un meticoloso lavoro giornaliero forma atleti di elevato livello, in grado di potersi confrontare a viso aperto con qualsiasi altra realtà nazionale.”

Scrivi