Riceviamo e pubblichiamo

 

Il rinvio a giudizio dei 9 sindaci è la riprova che ciò che denunciamo da anni è vero: all’interno del Cara di Mineo è stato messo in piedi un sistema politico-affaristico-mafioso che ha speculato sulla pelle dei migranti sia da un punto di vista politico economico che elettorale. Un sistema trasversale sia al PD che al centro-destra.

L’azione della magistratura, alla quale spetta il compito di accertare le ipotesi di reato, deve essere sostenuta da una condanna netta nei confronti di una politica criminale messa in atto da una certa parte politica che sostiene e alimenta ancora oggi quello che è stato definito il business dei migranti. Come mai ancora oggi nulla è stato fatto per smantellare e chiudere – come SEL si chiede da anni – il centro del calatino? Cosa aspettano il premier Renzi ed il ministro Alfano per porre una volta per tutte la parola fine a questa vergogna internazionale?

Diciamo basta una volta per tutte ai lager nella nostra isola e portiamo avanti reali politiche di integrazione e sostegno alle popolazioni che oggi vivono il dramma delle guerre e che sono costrette a migrare per trovar pace.

SEL Catania

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi