Si è tenuta davanti al Gup di Caltagirone, Salvatore Ettore Cavallaro, l’udienza preliminare per la presunta Campagna acquisti per sostenere la maggioranza consiliare al Comune di Mineo.
Il procuratore Giuseppe Verzera ha ribadito la richiesta di rinvio a giudizio dell’ex presidente del consorzio Sol Calatino, Paolo Ragusa, del sindaco Anna Aloisi, dell’ex sindaco, Giuseppe Mario Mirata, e di due ex assessori, Maurizio Gulizia e Luana Mandrà.
Due gli episodi contestati: un posto di lavoro nel Cara, rifiutato dalla fidanzata di un consigliere, e la proposta di un posto da assessore a un oppositore per sostenere la maggioranza.
I reati ipotizzati a vario titolo sono corruzione in atti d’ufficio e induzione alla corruzione.
I primi a rendere dichiarazioni spontanee sono stati la Aloisio e Ragusa, che hanno contestato la ricostruzione dell’accusa. L ‘udienza è stata aggiornata al prossimo 31 marzo, per l’intervento delle difese.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi