L’intervento del deputato del Pd Berretta non è piaciuto a Fratelli d’Italia – An che con Giordano Sottosanti attacca: “E’ incredibile come la sinistra cerchi sempre di uscire illibata da tutte le situazioni che le creano imbarazzo”

MINEO – Non sarà sfuggita ai nostri lettori la presa di posizione del deputato nazionale del Pd Giuseppe Berretta che ieri è intervenuto sulla gestione del Cara di Mineo, il centro di accoglienza per immigrati del quale questo giornale si è ampiamente occupato. Cosa ha detto, in sintesi, Berretta, mettendo in evidenza anche responsabilità politiche? Ha detto senza mezzi termini che la “gestione dell’emergenza migranti piegata ad interessi particolari ha prodotto una vera e propria emergenza sociale, con grave danno per l’intera comunità e per gli immigrati, costretti a vivere in condizioni difficilissime” e ha chiesto “che si ponga fine a questo sistema e che si faccia chiarezza sulle responsabilità della politica nella gestione del Cara”.
Berretta ha aggiunto anche che “il Partito Democratico deve dare risposte concrete alle segnalazioni, agli allarmi, agli scandali, alle inchieste della magistratura e alle denunce pubbliche, come quella del sindaco di Ramacca Franco Zappalà, prendendo le distanze da un sistema per nulla trasparente e da chi lo ha sfruttato”, concludendo che “a seguito delle dichiarazioni del procuratore di Caltagirone Giuseppe Verzera sulla pericolosità del modello Cara Mineo, solleciterò ancora una volta il Ministero dell’Interno a dare risposte precise alle domande che abbiamo posto in questi mesi al ministro Alfano non solo sui criteri di assegnazioni degli appalti, sull’operato del Consorzio che gestisce il Cara, sul ruolo di Luca Odevaine nella commissione di gara e su tutto il meccanismo che ha trasformato il dramma dell’emergenza immigrati in un sistema affaristico”.
La presa di posizione del deputato del Pd non è piaciuta per niente al dirigente calatino e componente dell’Assemblea Nazione di Fratelli d’Italia-An, Giordano Sottosanti, che più volte ha denunciato la cattiva gestione del Centro di accoglienza.
Non le manda certo a dire, Sottosanti: “Leggo le ultime dichiarazioni di autorevoli esponenti del Pd siciliano che chiedono al loro partito di prendere le distanze dalla gestione del Cara di Mineo e penso: è davvero incredibile come la sinistra cerchi sempre di uscire illibata da tutte le situazioni che le creano forte imbarazzo”. “Vorrei ricordargli – incalza il dirigente di FdI-An – che governano a Roma, governano in Sicilia e hanno avuto le mani in pasta anche nella gestione del centro. Oggi lanciano allarmi e denunciano irregolarità, perché soltanto adesso? “.
“Prima d’ora – conclude Sottosanti non si erano accorti di nulla? Mi spiace per loro, ma si sono svegliati tardi. Lungi da noi lanciare accuse a qualcuno, ma non cerchino di passare per i “santarellini” del “noi lo avevamo detto” perché arrivano fuori tempo massimo”.

S.R.

Scrivi