Annata sfortuna per il Più Bel Carnevale di Sicilia. Il maltempo guasta anche il giovedì grasso. Piove forte a metà del pomeriggio e i carri allegorici tornano nei loro box alla Cittadella del Carnevale senza regalare il loro meraviglioso spettacolo ai visitatori che avevano già raggiunto il circuito. Unici protagonisti del giovedì grasso 2015 sono i bambini, non più solo pubblico d’eccezione del Carnevale di Acireale, ma attori principali.
Hanno fatto in tempo a sfilare lungo il circuito con i meravigliosi costumi tipici dei loro Paesi i piccoli partecipanti al XV Festival Internazionale “I Bambini del Mondo” di Agrigento. Hanno partecipato al Carnevale di Acireale il gruppo Nessar dalla Bulgaria, il gruppo Ivane Javakhishvli dalla Georgia, la Compania Infantil Mexica dal Messico, il gruppo Vesselinka dalla Russia e il gruppo Bartina Folkdance Ensemble dall’Ungheria e per l’Italia il gruppo Gergent el’Oratorio don Guanella di Agrigento.
Con il “Bambini del Mondo” hanno sfilato lungo il circuito anche le “Scuole in Maschera”, gli alunni degli I.C. acesi Rodari, Vigo Fuccio – La Spina, Paolo Vasta e Giovanni XXIII, della paritaria Topolinia School e dell’I.C. Vittorini di San Pietro Clarenza, che torneranno protagonisti del circuito sabato mattina.
Lo spettacolo organizzato per i più piccoli è stato rimandato dalla forte pioggia, ma i “Bambini del Mondo” hanno trovato riparo al Palazzo del Turismo. Tutti i gruppi hanno donato al sindaco di Acireale, Roberto Barbagallo, dei ricordi tipici dei loro Paesi, e hanno ricevuto un attestato e il simbolo della Città di Acireale, in ricordo della giornata.
‹‹E’ emozionante vedere centinaia di bambini, ciascuno vestito dei costumi tradizionali del proprio Paese, tutti uniti, sorridenti e felici. Abbiamo voluto che il nostro Carnevale si unisse anche con la Festa del Mandorlo in Fiore di Agrigento. E’ un vero dispiacere che la festa che avevamo preparato insieme per la città e per il Carnevale sia stata rovinata dal maltempo. Dopo l’esibizione in piazza Duomo, sarebbe dovuta partire una suggestiva e coloratissima fiaccolata della pace, ma il messaggio è arrivato chiaro e forte anche vedendoli sfilare insieme con i nostri bambini delle scuole e guardandoli qui, tutti insieme e allegri, nonostante tutto. Noi adulti abbiamo sempre da imparare dai più piccoli ed volevamo dedicare loro un’intera giornata. Spero che porteranno a casa un bel ricordo di Acireale e del nostro Carnevale e spero che la manifestazione tornerà ad Acireale››, ha detto il sindaco di Acireale, ringraziando i bambini e gli organizzatori. Alle 20.30 sul palco di piazza Duomo salirà Mario Incudine, con il suo ultimo album “Italia Talìa”. Il cantante italiano portare in cene le storie dell’Italia di oggi, tra luci ed ombre, con il suo linguaggio multietnico figlio della cultura mediterranea, la sua passione e i ritmi vivaci e variegati.

Domani l’intera giornata sarà dedicata all’estro e alla creatività dei più giovani. Si comincia fin dal mattino a suon di musica con la festa degli istituti superiori acesi in piazza Duomo, che per loro si trasforma in una mega discoteca all’aperto. Alle 16.00 i più piccoli e la fantasia delle loro mamme avranno il loro palcoscenico al Teatro Turi Ferro, dove si svolgerà il concorso storico “Bambini in maschera”. Il vero evento della giornata, “Rumori Barocchi 015 – Italian Version”, il concorso per giovani band e cantanti emergenti, organizzato dalla Consulta Giovanile, in collaborazione con il Comune di Acireale e la Fondazione del Carnevale, andrà in scena alle 21.00 in piazza di piazza Duomo. Sul palco saliranno sei band e nove cantanti solisti distinti nelle varie categorie in concorso e fin dal pomeriggio gli studenti del liceo artistico si sfideranno nell’estemporanea di pittura “Color Artist”. La serata sarà trasmessa in diretta su Rai Sport. Amedeo Goria intervisterà i giovani protagonisti e , tra le note di Sanremo e gli anticipi di serie A, porterà la loro energia e il Carnevale di Acireale negli studi di Zona 11.

Scrivi