CATANIA – E’ iniziata come una domenica dai grandi numeri. Centinaia di auto, camper e pullman hanno preso posto di buon mattino per godersi lo spettacolo del Più Bel Carnevale di Sicilia. Durante la mattinata è stata un’escalation di musica, coriandoli e buonumore. La festa di Re Burlone ha inebriato gruppi di tutte le età in maschera, bambini e intere famiglie provenienti da tutta la Sicilia. La folla ha ammirato i giganti in cartapesta lungo il circuito e le grandi macchine in fiore, che dopo il debutto di ieri sera, durante la notte hanno stazionato in piazza Europa. Le vie barocche del centro, corso Italia, piazza Indirizzo e piazza Duomo sono stati ancora una volta teatro d’eccezione per le spettacolari opere dei maestri artigiani acesi. Peccato che Giove Pluvio nel pomeriggio si sia accanito ancora una volta sul Carnevale di Acireale. Nonostante tutto l’energia della folla non si è dispersa, armati di ombrelli centinaia e centinaia di persone hanno continuato a muoversi a suon di musica lungo le strade del centro e ad ammirare le esibizioni dei sei carri in fiore. Il sindaco di Acireale e il Cda della Fondazione del Carnevale, hanno aspettato speranzosi che tornasse il sereno, ma alla fine hanno comunicato che i carri allegorici avrebbero fatto rientro alla Cittadella del Carnevale.

‹‹Abbiamo voluto aspettare, abbiamo lasciato i carri lungo il circuito nonostante la pioggia, sperando che scampasse, ma il tempo non accenna a migliorare e non possiamo distruggere i nostri carri allegorici. C’è tanto rammarico, sappiamo che tanti pullman stavano ancora arrivando ad Acireale, ma anche stavolta non possiamo far altro che arrenderci al maltempo. Il Cda della Fondazione si riserva comunque la possibilità di valutare un recupero››, commenta il presidente della Fondazione del Carnevale di Acireale, Antonio Coniglio.
Domani, secondo la tradizione giornata nobile del Carnevale acese, la festa continua con un tuffo nel passato. Alle 17.00 le auto d’epoca in fiore apriranno la parata. La suggestiva sfilata richiamerà l’origine dei carri infiorati, peculiarità del Carnevale acese, e sarà curata dalla Scuderia Galatea. Le auto d’epoca si muoveranno nel centro storico insieme con i carri infiorati, i gruppi mascherati, le bande musicali, le majorettes e gli sbandieratori. In piazza Duomo alle 20.30 si esibiranno gli Experimenta band.

 

Scrivi